Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:13
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

“Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”

Immagine di copertina

Usa, dopo il 6 gennaio i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari

I militari Usa, terrorizzati dall’idea che Donald Trump potesse lanciare un attacco contro la Cina dopo la sconfitta elettorale, tolsero l’accesso alle armi nucleari al presidente uscente: lo rivela Peril, il nuovo libro che il giornalista del Washington Post Bob Woodward, autore negli anni Settanta insieme a Carl Bernstein dell’inchiesta sullo scandalo Watergate, ha scritto sempre con un collega dell’autorevole quotidiano, Robert Costa.

Il volume, in uscita negli States il 21 settembre, ma in parte anticipato dalla Cnn, ripercorre gli ultimi giorni di Donald Trump alla Casa Bianca.

Secondo il libro, il generale Mark Milley, capo dello Stato Maggiore Unificato, in un paio di occasioni, il 30 ottobre, 4 giorni prima delle elezioni presidenziali, e l’8 gennaio, due giorni dopo l’assalto a Capitol Hill, chiamò segretamente il suo collega cinese, il generale Li Zuocheng, per rassicurarlo sul fatto che gli Usa non avessero nessuna intenzione di attaccare militarmente la Cina.

Milley, inoltre, sempre l’8 gennaio decise autonomamente di limitare la possibilità che Trump ordinasse un attacco. Dopo l’assedio al Congresso Usa, infatti, il militare si era convinto che il presidente uscente fosse “in preda a un grave declino mentale seguito alle elezioni”.

Il generale, dunque, sempre secondo quanto svela il volume, revisionò le procedure delle azioni militari, incluso il lancio di armi nucleari, avvertendo gli alti ufficiali di prendere ordini solo ed esclusivamente da lui.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bambina di quattro anni stuprata dal vicino di casa: muore dopo tre giorni
Esteri / Stati Uniti, fratellini sbranati dai pitbull di casa: gravissima la mamma che ha tentato di salvarli
Esteri / Miss Ucraina e miss Russia nella stessa stanza in hotel: gaffe al concorso di bellezza
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bambina di quattro anni stuprata dal vicino di casa: muore dopo tre giorni
Esteri / Stati Uniti, fratellini sbranati dai pitbull di casa: gravissima la mamma che ha tentato di salvarli
Esteri / Miss Ucraina e miss Russia nella stessa stanza in hotel: gaffe al concorso di bellezza
Esteri / Incendio sull’Isola di Pasqua, bruciati diversi Moai: “Danni irreparabili”
Esteri / Zelensky all’Ue: “Siamo sull’orlo del disastro nucleare”
Esteri / Mahsa Amini, l’Iran si difende: “Morta per una malattia al cervello, non per le percosse della polizia”
Esteri / Metsola: “Inviare armi pesanti e carri armati a Ucraina”
Esteri / Chi è Ales Bialiatski, l’attivista bielorusso tra i vincitori del Nobel per la Pace 2022
Esteri / Premio Nobel per la Pace 2022 al bielorusso Ales Bialiatski, ai russi di Memorial e agli ucraini del Centro per le libertà civili
Esteri / Le rivelazioni dell’intelligence Usa al Nyt: “Crediamo che gli ucraini abbiano ucciso Darya Dugina”