Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:35
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Sotto quale presidente statunitense sono stati creati più posti di lavoro?

Immagine di copertina

Un economista ha preso in esame i dati sull'occupazione di oltre 70 anni per comprendere sotto quale presidenza sono stati creati più posti di lavoro negli Stati Uniti

Dal 1939 a oggi democratici e repubblicani si sono alternati diverse volte alla guida degli Stati Uniti d’America. Durante le campagne elettorali che li hanno portati a governare una delle promesse più volte fatte è stata quella di creare nuovi posti di lavoro. Ma sotto quali presidenti sono stati creati più posti di lavoro nel settore privato?

L’economista Steven Stoft del sito zFacts.com ha realizzato un grafico analizzando i dati del Bureau of Labor Statistic, l’ufficio statunitense che raccoglie i dati relativi all’occupazione nel paese, tra il 1939 e il 2011, per rispondere a questa domanda.

La scelta di questo intervallo di tempo di 72 anni non è stata casuale: in quel periodo di tempo, infatti, democratici e repubblicani hanno risieduto alla Casa Bianca esattamente 36 anni ciascuno.

In questo lasso di tempo negli Stati Uniti sono stati creati ben 84 milioni di posti di lavoro, 58 sotto presidenti democratici e 26 sotto presidenti repubblicani. Sotto i democratici, dunque, sono stati creati poco più del doppio dei posti di lavoro creati dai presidenti repubblicani.

IL GRAFICO

Stoft non si è limitato a prendere in considerazione il numero di posti di lavoro creati sotto le diverse amministrazioni, ma anche la crescita in percentuale dei posti stessi, mostrando anche in questo caso come sotto i presidenti democratici la crescita sia stata più elevata.

A penalizzare in modo particolare i repubblicani c’è anche stata la crisi economica del 2008, che ha causato la perdita di numerosi posti di lavoro e che ha portato l’amministrazione di George W. Bush a essere l’unica tra quelle prese in esame sotto cui i posti sono scesi anziché aumentati.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza: oltre 34.180 morti dal 7 ottobre. Sorge una tendopoli a Khan Younis in vista dell'attacco a Rafah. Libano, Idf: "Ucciso un comandante dell'unità di difesa aerea di Hezbollah". Erdogan: "Non credo che la leadership di Hamas lascerà il Qatar"
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza: oltre 34.180 morti dal 7 ottobre. Sorge una tendopoli a Khan Younis in vista dell'attacco a Rafah. Libano, Idf: "Ucciso un comandante dell'unità di difesa aerea di Hezbollah". Erdogan: "Non credo che la leadership di Hamas lascerà il Qatar"
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza, al-Jazeera: "Recuperati 73 corpi da altre tre fosse comuni a Khan Younis". Oic denuncia "crimini contro l'umanità". Borrell: "Israele non attacchi Rafah: provocherebbe 1 milione di morti". Macron chiede a Netanyahu "un cessate il fuoco immediato e duraturo". Erdogan: "Evitare escalation". Usa: "Nessuna sanzione per unità Idf, solo divieto di ricevere aiuti"
Esteri / Raid di Israele su Rafah: ventidue morti tra i quali nove bambini
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Esteri / Germania, arrestate due spie russe che preparavano sabotaggi