Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:31
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

I familiari delle vittime degli attentati dell’11 settembre potranno far causa all’Arabia Saudita

Immagine di copertina

La camera ha votato una legge che lo prevede. La Casa Bianca ha ribadito che il presidente Barack Obama avrebbe posto il veto al disegno di legge

La camera dei rappresentanti statunitense ha approvato una legge che permetterà alle famiglie delle vittime degli attentati dell’11 settembre, di citare in giudizio il governo dell’Arabia Saudita per presunto sostegno al terrorismo, nonostante la minaccia della Casa Bianca di porre il veto alla proposta. 

Il senato aveva approvato la norma denominata “Justice Against Sponsors of Terrorism Act”, Jasta, lo scorso maggio. Gli oppositori del disegno di legge hanno ripetutamente detto che potrebbe inficiare i rapporti con l’Arabia Saudita e portare a leggi di ritorsione nei confronti dei cittadini statunitensi all’estero. 

La tempistica del voto è stata fortemente simbolica: è arrivata due giorni prima del 15esimo anniversario degli attacchi di New York e Washington. L’approvazione della legge è stata accolta da applausi. 

La Casa Bianca ha ribadito che il presidente Barack Obama avrebbe posto il veto al disegno di legge.

Se la minaccia di Obama si concretizzasse, ma due terzi di entrambe le camere decidessero comunque di sostenere la legge, sarebbe la prima volta dall’inizio del suo mandato che il Congresso deciderebbe di ignorare un veto posto dal presidente. 

— LEGGI ANCHE: COSA SAPPIAMO SUL DOSSIER SEGRETO DELL’11 SETTEMBRE CHE POTREBBE SCATENARE UNA GUERRA DIPLOMATICA

Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina, ultime notizie.
Esteri / Nato, nuova gaffe di Biden: il presidente Usa confonde la Svezia con la Svizzera
Esteri / “Per noi è come una violenza sessuale”: a TPI parlano le donne americane a cui è stato tolto il diritto all’aborto
Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina, ultime notizie.
Esteri / Nato, nuova gaffe di Biden: il presidente Usa confonde la Svezia con la Svizzera
Esteri / “Per noi è come una violenza sessuale”: a TPI parlano le donne americane a cui è stato tolto il diritto all’aborto
Esteri / Empowerment e agricoltura sostenibile: così le donne rivendicano i propri diritti nella Striscia di Gaza
Esteri / Putin: “Truppe Nato in Finlandia e Svezia? Risponderemo”
Esteri / Guerra in Ucraina, la Russia annuncia il ritiro dall'Isola dei Serpenti. Biden: sosterremo Kiev fino alla fine
Esteri / Viaggio a Suwałki: “Il posto più pericoloso del mondo”. Il reportage di TPI
Cronaca / Vertice Nato a Madrid, Biden: “Più truppe in Italia e Germania”
Esteri / La super-testimone mette nei guai Trump: “Voleva andare a Capitol Hill e unirsi alla folla armata”
Esteri / Usa, Instagram e Facebook rimuovono post che promuovono le pillole abortive