Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:15
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Usa, bambina di 10 anni incinta dopo uno stupro: costretta a lasciare il suo stato per abortire

Immagine di copertina
Credit: Hesther Ng/SOPA Images via ZUMA Press Wire

Usa, bambina di 10 anni incinta dopo uno stupro: costretta a lasciare il suo stato per abortire

Era stata bollata come fake news da molti gruppi anti-abortisti americani. Purtroppo invece il caso della bambina di 10 anni costretta a lasciare il proprio stato per abortire è avvenuto realmente. A confermarlo l’arresto di Gerson Fuentes, l’uomo di 27 anni accusato di violenze contro la bambina, a cui la Corte suprema dell’Ohio ha impedito di interrompere la gravidanza.

Una vicenda diventata un simbolo nell’America reduce dall’abolizione del diritto federale all’aborto, decisa il mese scorso in una storica sentenza della Corte suprema americana. La bambina, rimasta anonima, era stata citata anche da Joe Biden, dopo essere stata costretta a recarsi nello stato dell’Indiana per poter abortire. Aveva infatti superato di tre giorni il limite di sei settimane previsto dalla legge estremamente restrittiva dell’Ohio sull’interruzione di gravidanza, che non prevede eccezioni per casi di stupro o di incesto.

La veridicità del caso era stata messa in dubbio da diverse testate conservatrici tra cui Fox News, il canale d’informazione più seguito negli Stati Uniti, ma anche dal procuratore generale dell’Ohio, Dave Yost, che aveva parlato di una probabile “montatura”, prima di congratularsi per il lavoro della polizia dopo l’arresto del presunto stupratore. Il 27enne, arrestato martedì scorso, ha confessato di aver violentato in due occasioni la bambina, costretta ad abortire il 30 giugno scorso nel vicino Indiana. Nonostante in questo stato gli aborti siano consentiti dopo le sei settimane, la maggioranza repubblicana nell’assemblea statale intende introdurre una nuova stretta nelle prossime settimane. Dopo la sentenza della Corte suprema, 26 stati hanno imposto nuove restrizioni contro l’aborto o lo faranno nelle prossime settimane, secondo quanto riportato da Reuters.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Nuovo attacco alla centrale nucleare di Zaporizhzhia: scambio di accuse tra Kiev e Mosca
Esteri / Giallo a New York: due italiani trovati morti in un albergo
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Ti potrebbe interessare
Esteri / Nuovo attacco alla centrale nucleare di Zaporizhzhia: scambio di accuse tra Kiev e Mosca
Esteri / Giallo a New York: due italiani trovati morti in un albergo
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Esteri / Parigi, paura all’aeroporto Charles De Gaulle: uomo armato di coltello ucciso dalla polizia
Esteri / Ucraina, bombardamenti russi a Nikopol: 11 morti e 13 feriti
Esteri / Scoperto un nuovo virus di origine animale in Cina: 35 persone contagiate dal Langya
Esteri / Taiwan: “Cina prepara invasione dell’isola. Le manovre militari proseguono”
Esteri / Trump, l’Fbi ha perquisito la casa dell’ex presidente in Florida. Portate via scatole di documenti
Esteri / È morta Olivia Newton-John: la star di “Grease” aveva 73 anni
Esteri / Congo, i Caschi Blu sparano e uccidono civili: il fallimento dell’Onu di cui nessuno parla