Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 17:38
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

India, scompare per 40 anni: la famiglia lo ritrova per caso grazie a un video su youtube

Immagine di copertina

L'uomo si era allontanato da casa nel 1978, e viveva da clochard a Mumbai. La famiglia lo ha riconosciuto in un video girato da un artista di strada

Un uomo indiano scomparso nel 1978 è stato incredibilmente ritrovato, dopo ben 40 anni, dalla sua famiglia. Tutto è avvenuto per caso, grazie a un video caricato da un estraneo su youtube.

Khomdram Gambhir Singh era scomparso dallo stato di Manipur all’età di 26 anni. La sua famiglia non ha più avuto sue notizie per decenni.

Recentemente, però, alcuni parenti lo hanno riconosciuto in un video caricato su youtube. Khomdram Singh stava cantando una canzone mentre chiedeva l’elemosina in una strada di Mumbai, a 3.300 chilometri di distanza da dove risiede la famiglia.

La polizia ha aiutato i parenti a rintracciare l’uomo, un ex soldato che ora ha 66 anni. Khomdram Singh è stato riportato a Manipur giovedì 12 aprile.

“Quando uno dei miei nipoti mi ha mostrato il video di youtube, non potevo credere ai miei occhi”, ha detto alla stampa locale il fratello del signor Singh, Khomdram Kulachandra.

A Mumbai, Khomdram Gambhir Singh viveva da clochard, in condizioni precarie. La famiglia si era resa conto la città ripresa nel video era Mumbai perché Firoz Shakri, il fotografo di strada che ha girato e condiviso il video lo scorso ottobre, risiede proprio lì.

“Stava chiedendo l’elemosina e cantava vecchie canzoni hindi”, ha detto Shakir all’agenzia di stampa AFP.

La polizia di Mumbai ha ricevuto una foto del signor Singh dai colleghi di Imphal, la capitale dello stato di Manupur, ed è riuscita a rintracciarlo in un sobborgo della città.

“Era in cattivo stato”, ha detto alla BBC l’ispettore Pandit Thakaray.

Il signor Singh ha detto alla polizia di essere un soldato addestrato nell’esercito indiano che si era allontanato da casa nel 1978, pochi mesi dopo il suo matrimonio, perché profondamente infelice.

Da allora, aveva sempre vissuto a Mumbai. Dopo che la polizia lo ha trovato, ha inviato una sua foto alla famiglia.

“Abbiamo parlato al telefono con la sua famiglia e il signor Singh ha parlato con suo fratello minore”, ha detto l’ispettore.

La polizia di Mumbai ha celebrato la reunion con un tweet.

Il signor Shakir, l’autore del video, ha twittato le foto della partenza da Mumbai del signor Singh e il suo arrivo a Imphal.


Secondo quanto riferisce il Times of India, ora ad attendere l’uomo c’è una casa rimessa a nuovo dalla famiglia, che gli permetterà di passare gli ultimi anni della sua vita in tranquillità e a stretto contatto con parenti e vicini.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan