Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:15
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Muore in piscina davanti alla figlia di 6 anni: si tuffa e non riemerge, lo trovano col collo spezzato

Immagine di copertina

La tragedia è avvenuta a Perth, sulla costa occidentale del Paese. Nessuno sa cosa sia accaduto realmente all'uomo, Jonathan Massandy, visto che l'unica testimone oculare del fatto è la figlia, la piccola Bobbie di 6 anni

Uomo muore in piscina davanti alla figlia di 6 anni: si tuffa e non riemerge

Dramma in una piscina in Australia: un uomo di 29 anni stava insegnando alla figlia a nuotare quando non è più riemerso dall’acqua.

La tragedia è avvenuta a Perth, sulla costa occidentale del Paese. Nessuno sa cosa sia accaduto realmente all’uomo, Jonathan Massandy, visto che l’unica testimone oculare del fatto è la figlia, la piccola Bobbie di 6 anni. È stata lei a chiamare i soccorsi allertando i bagnini e spiegando loro che suo padre era nei guai perché si era tuffato in acqua ma non era più riemerso.

“Non è più tornato”. Queste le uniche parole che la figlia, ancora sotto choc, ha detto alla madre, Sarah Prijt, 26 anni.

La piccola, ancora sotto shock per quanto accaduto, non ha saputo dire nulla nemmeno alla madre. “Tutto quello che sono riuscita a far uscire dalla bocca di mia figlia al momento è che stavano giocando” ha raccontato la donna ai media locali, aggiungendo: “Lui le stava insegnando come tuffarsi e  si è lanciato in acqua, poi ha detto che ‘papà non è tornato’. Non è chiaro per quanto tempo il signor Massandy ha trascorso sott’acqua prima che Bobbie fosse in grado di allertare i soccorsi ma i medici hanno stabilito che aveva il collo rotto.

Il ventinovenne è stato subito soccorsi dal personale presente in piscina, che ha praticato le prime manovre rianimatore, e poi è stato trasportato d’urgenza in ospedale dove però purtroppo non si è mai più ripreso .

All’arrivo del personale medico, l’uomo è stato portato in ospedale ma è morto dopo tre giorni senza mai riprendere conoscenza. Stando a quanto riportato dal Daily Mail Australia, i medici hanno affermato che l’uomo si è rotto l’osso del collo, probabilmente nel tuffarsi.

Thailandia: muore folgorato dagli auricolari del suo smartphone
Ti potrebbe interessare
Esteri / Boom di antidepressivi in Russia dopo la “chiamata alle armi” di Putin: + 120%
Esteri / Forze Ucraina verso Kherson, sul tank russo sventola bandiera bianca. Il video
Esteri / Corea del Nord, nuovo lancio di missili balistici verso Mar del Giappone
Ti potrebbe interessare
Esteri / Boom di antidepressivi in Russia dopo la “chiamata alle armi” di Putin: + 120%
Esteri / Forze Ucraina verso Kherson, sul tank russo sventola bandiera bianca. Il video
Esteri / Corea del Nord, nuovo lancio di missili balistici verso Mar del Giappone
Esteri / Centrale nucleare di Zaporizhzhia, Putin firma il decreto: “È di proprietà russa”
Esteri / La grande fuga dalla Russia di Putin: “Non moriremo per Vlad il matto”
Esteri / Cremlino: “Gli Stati Uniti sono coinvolti direttamente nel conflitto, situazione estremamente pericolosa”
Esteri / La Slovenia legalizza matrimonio ed adozione per le coppie omosessuali
Esteri / Approvato nuovo pacchetto di sanzioni Ue alla Russia, incluso price cap al petrolio
Esteri / Gas dalla Russia all’Italia: ripresi i flussi attraverso l’Austria
Esteri / La gaffe del generale russo: per errore svela sulla mappa l’avanzata della controffensiva ucraina