Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:48
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

L’Unione africana vuole lasciare in massa il Tribunale dell’Aia

Immagine di copertina

L'organizzazione panafricana ha adottato una risoluzione non vincolante cui si sono opposti solo Nigeria e Senegal. Il Sudafrica ha già ritirato l'adesione al Tpi

L’Unione africana (Ua) vuole ritirarsi in massa dal Tribunale penale internazionale (Tpi). L’organizzazione panafricana, nella quale è stato appena riammesso il Marocco, ha adottato una risoluzione non vincolante martedì 31 gennaio 2017.

La Nigeria e il Senegal si sono opposti, ma altri paesi, tra cui il Sudafrica e il Burundi, hanno già deciso di ritirare la propria adesione al Tpi, accusando la corte dell’Aia di minare la loro sovranità e di prendere di mira in modo sproporzionato gli stati africani. L’Ua ha anche affermato che intende tenere colloqui con il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per ristrutturare il Tpi.

Il presidente sudanese Omar al-Bashir, accusato di genocidio e crimini di guerra in Darfur, era presente al vertice, che si è tenuto ad Addis Abeba, capitale dell’Etiopia.

Nel 2015, il presidente sudafricano Jacob Zuma si rifiutò di prendere in custodia la controparte sudanese nonostante un ordine di cattura internazionale durante il vertice dell’Ua a Johannesburg.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina. Russia: "La regione di Kursk sotto attacco ucraino". Zelensky: "Ucraina deve diventare Paese più moderno e sicuro d'Europa"
Esteri / Usa, sparatoria alla parata del 4 luglio nell’area di Chicago: “almeno 5 morti e 16 feriti”
Esteri / Ricky Martin accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex
Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina. Russia: "La regione di Kursk sotto attacco ucraino". Zelensky: "Ucraina deve diventare Paese più moderno e sicuro d'Europa"
Esteri / Usa, sparatoria alla parata del 4 luglio nell’area di Chicago: “almeno 5 morti e 16 feriti”
Esteri / Ricky Martin accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex
Esteri / Usa, 25enne afroamericano ucciso con 60 colpi di pistola dalla polizia durante in inseguimento: il video
Esteri / Anticipazione TPI – Il razzismo verso afroamericani e minoranze negli Usa raccontato da “Il fattore umano”
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: "Occidente non permette la pace”. Kiev: “Negoziati solo dopo cessate il fuoco”
Esteri / Usa, in Texas torna in vigore una legge del 1925 che vieta l’aborto e lo punisce col carcere
Esteri / Corte Suprema anti-aborto: così da 250 anni i giudici sono al servizio della destra
Esteri / Messico, albergatore italiano ucciso a colpi di pistola: stava andando a prendere le figlie a scuole
Esteri / Guerra in Ucraina, ultime notizie. Potenti esplosioni avvertite a Mykolaiv, nuovi aiuti dagli Usa. Cingolani: “Se Mosca chiudesse il gas, l’inverno potrebbe essere difficile”