Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

L’Ungheria propone la costruzione di una città per migranti in Libia per bloccare l’immigrazione

Immagine di copertina

Orban, che ha indetto per il 2 ottobre un referendum contro le quote di redistribuzione dei migranti, ha suggerito che ad occuparsene debba essere il governo libico

L’Unione europea dovrebbe istituire una immensa città per migranti sulla costa libica, dove esaminare le richieste di asilo dei migranti africani prima che raggiungano l’Europa. Lo ha detto il primo ministro ungherese Viktor Orban, noto per le sue posizioni xenofobe e anti-immigrazione.

Orban, che ha indetto per il prossimo 2 ottobre un referendum contro le quote di redistribuzione dei migranti, ha suggerito che ad occuparsene debba essere il governo libico. 

La Libia si trova nel caos più totale da 2011, con due governi rivali e milizie in competizione per il potere.

Orban, che ha chiuso i confini meridionali dell’Ungheria con muri, recinzioni di filo spinato e cani da guardia, ha detto che l’Ue dovrebbe riprendere il “controllo totale” delle sue frontiere esterne.

La cancelliera tedesca Angela Merkel, che è stata fortemente criticata dal primo ministro ungherese per la cosiddetta politica della “porta aperta” nei confronti dei rifugiati e dei migranti, ha detto che la soluzione era quella di negoziare piani con i paesi africani per rispedire indietro i migranti che non hanno i requisiti per l’asilo.

Ha sostenuto che è “necessario ottenere accordi con i paesi terzi, in particolare con i paesi dell’Africa, ma anche con Pakistan e Afghanistan, in modo che diventi chiaro che chi non ha diritto di rimanere in Europa debba tornare nei propri paesi”. Ha inoltre chiesto che l’Unione europea faccia di più per fermare l’immigrazione clandestina. 

Più di 300.000 migranti hanno attraversato il Mediterraneo quest’anno, e 3.500 persone sono morte nella traversata finora.

— LEGGI ANCHE: Ecco come l’Ungheria chiude le porte in faccia ai migranti

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza