Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Rutte si dice “pessimista” su un accordo sul Recovery Fund e prepara le barricate in vista del vertice tra i leader Ue

Immagine di copertina

Ue, il premier olandese Rutte gela l’Italia: “Pessimista su accordo sul Recovery Fund”

Il premier olandese Mark Rutte gela l’Italia e si dice “pessimista” su un accordo sul Recovery Fund, il piano da 750 miliardi di euro destinato ai Paesi della Ue più colpiti dalla crisi economica causata dall’epidemia di Coronavirus. Rutte, dunque, spegne le speranze di chi sperava, inclusa l’Italia, di chiudere l’accordo sul Recovery Fund già questo fine settimana, nel corso del vertice tra i leader Ue in programma venerdì 17 e sabato 18 luglio. Il “dietro le quinte” delle trattative, però, non lascia presagire nulla di buono secondo Rutte che, intervenendo al Parlamento olandese, ha dichiarato che “non sperare sulla possibilità di raggiungere un accordo”. Secondo Rutte, “i sussidi dovrebbero comportare condizioni molto rigide, questo è l’unico modo”, per arrivare a un accordo. “Non sarei in grado di spiegare come possiamo concedere sovvenzioni senza promesse di riforme serie e modalità per assicurarci che effettivamente queste riforme avvengano. Ma non credo che questa idea sarà accettata” ha aggiunto il primo ministro olandese.

Le criticità tra Paesi Ue su un accordo erano emerse già nella giornata di lunedì 13 luglio quando la cancelliera tedesca Angela Merkel, in seguito a un incontro con il premier italiano Giuseppe Conte, ha ammesso che il Consiglio europeo di venerdì prossimo potrebbe non essere quello decisivo. Concetto ribadito anche nel pomeriggio di martedì 14 luglio quando, in seguito a un vertice con il premier spagnolo Pedro Sanchez, la Cancelliera ha affermato che “Sarebbe desiderabile arrivare presto ad un accordo” sul Recovery Fund aggiungendo anche “Il tempo preme, ma ancora non so dire se sia possibile un’intesa venerdì” dal momento che “alcune posizioni sono ancora abbastanza distanti”.

1. Conte e la trattativa sul Recovery Fund: i nodi ancora da sciogliere / 2. Recovery Fund, luci e ombre della proposta che sfida la storia / 3. Recovery Fund, l’Europa dà uno schiaffo al sovranismo / 4. Recovery Fund, Marco Cappato a TPI: “Tassare le emissioni evitando indebitamento”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari