Covid ultime 24h
casi +19.644
deceduti +151
tamponi +177.669
terapie intensive +79

L’Ucraina accusa la Russia: “Fuoco sulle nostre navi al largo della Crimea”

Di Luca Serafini
Pubblicato il 25 Nov. 2018 alle 21:31 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 20:34
0
Immagine di copertina

La marina ucraina ha accusato la Russia di aver aperto il fuoco su navi ucraine nello stretto di Kerch, la parte di mare che separa la Russia dalla Crimea.

Secondo quanto sostiene la marina ucraina, inoltre, tre navi ucraine sono state sequestrate dalle forze speciali russe dopo un inseguimento.

Due membri dell’equipaggio sarebbero rimasti feriti. La Russia deve ancora rilasciare commenti su queste affermazioni.

Nei giorni scorsi, Mosca aveva accusato l’Ucraina di essere entrata illegalmente nelle acque russe, bloccando l’accesso al Mar d’Azov con una petroliera posizionata sotto un ponte nello stretto di Kerch.

Il presidente ucraino Petro Poroshenko ha convocato una riunione urgente del suo “gabinetto di guerra”, ha detto il suo portavoce.

Negli ultimi mesi, sono aumentate le tensioni nei mari al largo della penisola di Crimea, annessa dalla Russia nel 2014.

In una dichiarazione, la marina ucraina ha detto che le navi sequestrate dai russi sono state colpite mentre cercavano di lasciare l’area.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.