Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Ucraina, la denuncia di Navalny: “A Bucha ucciso un innocente solo perché mio omonimo”

Immagine di copertina

Il dissidente politico russo Alexey Navalny ha accusato i soldati russi di aver ucciso un uomo nella cittadina ucraina di Bucha solo perché portava il suo stesso cognome. In una serie di Tweet, il principale oppositore del presidente Vladimir Putin ha dichiarato che il corpo dell’uomo ucciso è stato ritrovato a terra con accanto il suo passaporto, che riportava il nome Ilya Ivanovich Navalny, nato il 2 agosto 1961 a Zalissia – lo stesso villaggio dov’è nato il padre di Alexey, vicino alla centrale nucleare di Chernobyl.

“Tutto fa pensare che abbiano ucciso l’uomo per via del suo cognome”, ha detto Navalny. “Per questo il passaporto è stato lasciato ben in vista accanto al suo corpo. Una persona assolutamente innocente uccisa dai carnefici di Putin – come altro si possono chiamare? non di certo “soldati russi” – perché mio omonimo. A quanto pare, speravano fosse un mio parente”.

Secondo il Moscow Times, si sarebbe effettivamente trattato di “un cugino di Navalny, ritrovato in una fossa comune di Bucha, dove sono state commesse atrocità contro i cittadini dopo il ritiro dei soldati. Alcuni dei residenti sopravvissuti intervistati dal tabloid tedesco Bild, avrebbero invece assistito all’uccisione del loro vicino Ilya Navalny da parte dei soldati russi il 12 marzo.

 

Navalny è rinchiuso in carcere dal suo ritorno in Russia l’anno scorso dopo essersi ripreso da un tentato omicidio in cui è stato vittima di avvelenamento. Le accuse iniziali da parte del Cremlino nei suoi confronti sono state ritenute da molti osservatori ampiamente pretestuose. Il mese scorso, l’oppositore di Putin è stato condannato ad altri nove anni di carcere con l’accusa di frode, anch’essa motivata politicamente.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Arabia Saudita, giustiziate 7 persone per “terrorismo”
Esteri / Alain Delon, sequestrate 72 armi nella sua casa di campagna
Esteri / Arrestato a Mosca l’avvocato che ha aiutato la madre di Alexei Navalny a riavere il corpo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Arabia Saudita, giustiziate 7 persone per “terrorismo”
Esteri / Alain Delon, sequestrate 72 armi nella sua casa di campagna
Esteri / Arrestato a Mosca l’avvocato che ha aiutato la madre di Alexei Navalny a riavere il corpo
Esteri / Trovati morti conduttore tv e il fidanzato steward: arrestato agente di polizia
Esteri / Biennale di Venezia: migliaia di artisti, curatori e direttori di musei chiedono di escludere Israele. Il ministro Sangiuliano: “No agli intolleranti”
Esteri / Francia: sequestrate 72 armi da fuoco ad Alain Delon
Esteri / Russia: l’attivista per i diritti umani Oleg Orlov condannato a 2 anni e 6 mesi di carcere per un post su Fb
Esteri / Principe William diserta una cerimonia importante, “ragioni personali”. Inglesi preoccupati
Esteri / Navalny, la portavoce del dissidente morto in Russia: “Nessuna agenzia funebre disponibile per i funerali”
Esteri / Truppe Nato in Ucraina? La Francia "non esclude nulla" ma la Svezia: "Kiev non l'ha chiesto”