Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:13
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Uccide la fidanzata a coltellate alla pancia perché gli aveva nascosto di essere incinta e non voleva il bambino

Immagine di copertina
Aaron Trejo e Breana Rouhselang

Un ragazzino di 16 anni ha brutalmente ucciso la ragazza di 17: gli aveva nascosto di essere al sesto mese di gravidanza e non avrebbe più potuto abortire

Lei era incinta, ma lui proprio non lo voleva quel bambino e così, senza pensarci due volte, quando ha saputo che lei non avrebbe potuto abortire, l’ha uccisa brutalmente con ripetute coltellate alla pancia. L’assassino è un ragazzino di 16 anni, la vittima una giovane di 17.

La loro era nata come la classica delle storie adolescenziali: lui era lo sportivo della scuola, un giocatore di football della squadra dell’istituto, mentre lei era una delle cheerleader. Si erano conosciuti durante gli allenamenti e avevano iniziato a frequentarsi. Poi, lei, Breana Rouhselang, è rimasta incinta e lui, Aaron Trejo, non l’ha accettato: “Così ho preso provvedimenti”, ha detto.

I fatti sono avvenuti a Mishawaka, una cittadina a circa 150 miglia a nord di Indianapolis, nello stato dell’Indiana, Stati Uniti. Il corpo senza vita della giovane Breana è stato ritrovato in un bidone della spazzatura. La polizia non ci ha messo molto a risalire al colpevole e il ragazzo è stato arrestato dopo le prime indagini.

Né lui né la fidanzatina avrebbero voluto avere un bambino, si è giustificato Aaron Trejo, confessando il delitto. Si erano conosciuti da appena qualche mese e non avevano intenzione di diventare genitori così giovani. Così quando la 17enne ha rivelato al fidanzato che era in dolce attesa lui non l’aveva presa affatto bene e tra i due erano iniziati i litigi.

In un primissimo momento Aaron Trejo ha negato di aver visto Breana Rouhselang la sera della sua morte, ma presto, di fronte alle insistente degli inquirenti, il 16enne ha ceduto e ha confessato il brutale delitto. Durante l’interrogatorio ha continuato a giustificarsi dicendo che non avrebbe voluto quel bambino e l’unico modo per non averlo sarebbe stato quello di eliminare la madre.

Anche perché lei, Breana Rouhselang, non aveva detto subito al ragazzo di aspettare un figlio da lui e ormai i tempi per abortire erano stati superati, visto che la gravidanza era ormai al sesto mese. Dunque ad Aaron non è rimasto che prendere un coltello e colpire ripetutamente al ventre la 17enne. Con ferocia, il ragazzo ha voluto cancellare quelle due vite.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Una storia horror? Vacanza-studio in Italia”, il tweet di Amanda Knox scatena le polemiche
Esteri / Il Papa: “Ogni giorno 7mila bambini muoiono di fame, è uno scandalo”
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Una storia horror? Vacanza-studio in Italia”, il tweet di Amanda Knox scatena le polemiche
Esteri / Il Papa: “Ogni giorno 7mila bambini muoiono di fame, è uno scandalo”
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”
Esteri / Indonesiano positivo al Covid finge di essere la moglie e prende un aereo: scoperto durante il volo
Esteri / Come funziona il Green Pass all’estero: ecco i Paesi dove è obbligatorio e per quali attività
Esteri / Ombre cinesi sul G20 di Napoli: Pechino complica l'accordo sul clima
Esteri / “Chiedono il vaccino ma è troppo tardi”: il racconto del medico che cura i pazienti Covid non vaccinati