Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il tweet di Stephen King contro Shining di Stanley Kubrick

Immagine di copertina

King, scrittore horror tra i più noti al mondo e autore del libro da cui fu tratto il film, ha sempre sostenuto di non amare la versione cinematografica creata da Kubrick

Il film Shining, firmato da Stanley Kubrick e interpretato da Jack Nicholson nel 1980, è ancora oggi considerato uno dei più riusciti e noti film horror della storia, capace di dare i brividi a generazioni di spettatori e allo stesso tempo di essere esaltato dalla stragrande maggioranza dei critici.

Se però quasi tutti sembrano concordi nel lodare il film, c’è una persona al mondo che anche dopo 37 anni sembra non ancora convinta del suo valore, e non ha paura di andare controcorrente nel continuare a dichiararlo.

La persona in questione non è un cittadino qualunque, ma uno dei più noti scrittori al mondo, nonché l’autore del libro da cui fu tratto il film: Stephen King.

*Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.*

King ha sempre sostenuto di non amare la versione cinematografica creata da Kubrick, dichiarando per esempio che il personaggio di Wendy Torrance (Shelley Duvall nel film ) sia stato reso “uno dei personaggi più misogini mai immortalati su pellicola”. E che l’interpretazione data da Jack Nicholson del protagonista Jack Torrance non riesca ad esprimere la lenta discesa nella follia di un uomo perbene: “Jack era pazzo fin dalla prima scena”. 

“Per me, questa è una tragedia”, aveva detto King in passato. “Nel film non c’è dramma, perché non c’è nessun vero cambiamento” nella personalità del personaggio principale”.

Ora, dopo 37 anni dall’uscita del film, King ha di nuovo confermato la sua opinione su Shining quando la casa di produzione di film horror Blumhouse Productions ha twittato la domanda “Quali sono i vostri 5 film preferiti tratti da Stephen King?”.

A corredo della domanda, il tweet, diffuso martedì 22 febbraio, vedeva un fotogramma del film di Kubrick, in particolare un’immagine delle due gemelline che terrorizzano il piccolo Danny mentre si aggira in triciclo per l’Overlook Hotel.

A sorpresa, lo stesso King ha risposto alla domanda del tweet dal suo profilo ufficiale, con sole tre parole, ma eloquenti: “Not this one” (Non questo qui).

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Navalny, ultimatum alla madre: funerale segreto o sepoltura in carcere
Esteri / Ucraina: gli Usa annunciano la più grande serie di sanzioni contro la Russia dall’inizio della guerra
Esteri / Germania: via libera dal Bundestag alla liberalizzazione della cannabis
Ti potrebbe interessare
Esteri / Navalny, ultimatum alla madre: funerale segreto o sepoltura in carcere
Esteri / Ucraina: gli Usa annunciano la più grande serie di sanzioni contro la Russia dall’inizio della guerra
Esteri / Germania: via libera dal Bundestag alla liberalizzazione della cannabis
Esteri / È nata un’app di incontri riservata a persone molto benestanti: come funziona “Score”
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky: “Lanceremo una nuova controffensiva”
Esteri / Spagna, incendio brucia un mega-condominio a Valencia: 4 morti, 14 feriti e 14 dispersi
Esteri / Israele, Netanyahu presenta il suo “Piano per il dopo Hamas” a Gaza. Ecco cosa prevede
Esteri / Israele chiede all'Onu di intervenire contro Hezbollah, "o lo faremo noi". Germania: vittime palestinesi denunciano il cancelliere Scholz per "complicità in genocidio"
Esteri / I Paesi Baltici annunciano un’area di difesa comune, Grigore-Kalev Stoicescu a TPI: “Siamo pronti a difenderci dalla Russia”
Esteri / Due anni di guerra e un’America sempre più lontana: l’Europa è al bivio