Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

“Tutti i miliziani dell’Isis a Mosul moriranno”, l’inviato Usa in Iraq

Immagine di copertina

L'inviato americano nella coalizione internazionale Brett McGurk ha detto che le truppe irachene hanno intrappolato i jihadisti nella parte ovest della città irachena

Tutti i miliziani del sedicente Stato Islamico rimasti a Mosul moriranno. A dirlo è l’inviato americano nella coalizione internazionale Brett McGurk, parlando con i giornalisti a Baghdad.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

In questi giorni è in corso l’offensiva della coalizione per liberare la parte occidentale della roccaforte dell’Isis in Iraq, iniziata il 5 marzo 2017. 

McGurk ha spiegato che le truppe irachene hanno bloccato l’accesso all’ultima strada per liberare la città, intrappolando i miliziani nella parte ovest.

“Ogni combattente rimasto a Mosul sta per morire là. Noi siamo impegnati non solo per sconfiggerli, ma anche per assicurarci che non possano scappare”, ha detto ancora.

Secondo quanto riferito dal generale Maan al-Saadi, a capo dell’antiterrorismo, le forze governative controllano più di un terzo di Mosul ovest e ha stimato che la liberazione di questa ultima parte della città sarà più semplice rispetto a quanto avvenuto nella zona est, dove sono stati necessari oltre cento giorni di combattimenti dopo l’inizio dell’offensiva a ottobre 2016.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza, il principe William: “Troppi morti, basta guerra”
Esteri / Cina condanna il veto Usa all’Onu sul cessate il fuoco a Gaza. Missili israeliani su Damasco: almeno 2 morti
Esteri / La Russia bandisce Radio Free Europe/Radio Liberty: è una “organizzazione indesiderabile”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gaza, il principe William: “Troppi morti, basta guerra”
Esteri / Cina condanna il veto Usa all’Onu sul cessate il fuoco a Gaza. Missili israeliani su Damasco: almeno 2 morti
Esteri / La Russia bandisce Radio Free Europe/Radio Liberty: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Bielorussia, morto in carcere oppositore di Lukashenko
Esteri / Russia, confermati gli arresti per il giornalista del Wsj Evan Gershkovich: resterà in carcere fino al 30 marzo
Esteri / Putin regala un’auto di lusso a Kim Jong-Un in segno di “amicizia”
Esteri / Julian Assange, udienza decisiva: l'ultimo appello contro l'estradizione negli Usa
Esteri / Usa pongono il veto al Consiglio di sicurezza Onu sulla risoluzione dell'Algeria per una tregua nella Striscia. Israele, ministro Smotrich: riportare a casa gli ostaggi "non è la cosa più importante"
Esteri / Ucraina, media: “Gli Usa valutano la fornitura di missili a lungo raggio ATACMS a Kiev”
Esteri / Papua Nuova Guinea, scontri tra tribù rivali: almeno 49 morti