Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Turchia e Unione europea, vertice in Bulgaria su profughi siriani e terrorismo

Immagine di copertina
Il leader turco Erdogan e il presidente della Commissione europea Juncker. Credit: Afp

Juncker, Tusk ed Erdogan si incontrano a Varna per fare il punto su accordi commerciali, immigrazione e terrorismo

Il 26 marzo 2018  a Varna, in Bulgaria, l’Unione europea incontra la Turchia per discutere di accordi commerciali, dei profughi della guerra in Siria  e della lotta al terrorismo.

Seduti al tavolo, il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, il capo della Commissione europea Jean-Claude Juncker, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e  il primo ministro bulgaro Boyko Borissov.

“Sarà un incontro molto difficile perché le relazioni si sono notevolmente deteriorate”, ha detto Borissov in vista del summit.

I rapporti fra Bruxelles e Ankara si sono inaspriti nell’ultimo anno e mezzo, dopo che l’Unione europea ha espresso preoccupazione per il giro di vite di Erdogan sugli oppositori politici e la libertà di stampa e ha criticato l’intervento militare della Turchia in Siria contro le milizie curde.

Tuttavia l’Ue ha stipulato un accordo da 6 miliardi di euro con il presidente turco per garantire protezione ai richiedenti asilo in fuga dal conflitto siriano.

I leader europei hanno citato l’importanza della Turchia come alleato della Nato sul fianco meridionale dell’Europa e nel frenare l’immigrazione in Europa dal Medio Oriente e dall’Africa.

Prima di iniziare il vertice, il presidente turco Erdogan ha dichiarato che chiederà all’Unione europea di rimuovere tutti gli ostacoli per nel processo di adesione di Ankara all’Ue e ha aggiunto Bruxelles non ha mantenuto le sue promesse con riguardo ai profughi siriani.

“Guardo con sentimenti contrastanti verso il vertice di Varna perché le divergenze di opinioni tra UE e Turchia sono molte”, ha dichiarato il presidente della Commissione europea Juncker. “Sarà un dibattito franco e aperto, in cui non nasconderemo le nostre divergenze, ma cercheremo di migliorare la nostra cooperazione”.

Il ministro degli Esteri turco, Omer Celik, ha detto che Ankara considera il vertice “un’importante opportunità per far avanzare le relazioni” con l’Ue e che si aspetta “lo stesso approccio positivo e costruttivo da parte dell’Unione europea”.

È prevedibili che in occasione del vertice Erdogan cercherà di ottenere più denaro per i rifugiati siriani, un’unione doganale più profonda e di avanzare nei negoziati per consentire ai turchi di visitare l’Europa senza visti.

“L’incontro a Varna sarà probabilmente una delle ultime opportunità per mantenere il dialogo”, ha detto il primo ministro bulgaro Borissov, che detiene la presidenza di turno dell’Ue.

Secondo Marc Pierini, ex ambasciatore dell’UE in Turchia, nonostante la necessità di cooperazione con la Turchia in materia di sicurezza e politica estera, l’Ue manterrà una linea dura.

“Erdogan non fermerà l’Unione europea per il suo programma nazionalista”, ha detto Pierini.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Ambasciata italiana a Mosca: “Italiani valutino se lasciare Russia”
Esteri / Germania: via al tetto al prezzo dell'energia, prevista spesa di 200 miliardi
Esteri / Donne in piazza: in Iran scoppia la rivoluzione del velo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Ambasciata italiana a Mosca: “Italiani valutino se lasciare Russia”
Esteri / Germania: via al tetto al prezzo dell'energia, prevista spesa di 200 miliardi
Esteri / Donne in piazza: in Iran scoppia la rivoluzione del velo
Esteri / L’uragano Ian lascia al buio Cuba e devasta la Florida: più di due milioni di persone senza corrente elettrica
Esteri / Gasdotto Nord Stream, scoperta quarta falla. Svezia: “Quarta falla causata da esplosione”
Esteri / Il principe George avverte il compagno di classe: “Stai attento, mio padre sarà Re”
Esteri / Biden sulle elezioni in Italia: "Non c’è da essere ottimisti"
Esteri / Arabia Saudita: Mohammed bin Salman rimpiazza il padre e diventa Primo Ministro
Esteri / L’ambasciata Usa a Mosca ha chiesto ai cittadini americani di lasciare subito la Russia
Esteri / Minaccia nucleare, bando urgente di Mosca per l’acquisto di ioduro di potassio