Covid ultime 24h
casi +18.916
deceduti +280
tamponi +323.047
terapie intensive +22

Tolosa, sequestratore di 17 anni libera gli ostaggi, ma resta asserragliato armato in un bar

Di Laura Melissari
Pubblicato il 7 Mag. 2019 alle 20:07 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 23:30
0
Immagine di copertina

Tolosa ostaggi gilet gialli | Intorno alle 16.15 di martedì 7 maggio, un ragazzo di 17 anni è entrato in un bar a Blagnac, nel sud della Francia, e ha preso in ostaggio alcune persone.

Nella tarda serata di martedì, gli ostaggi sono stati liberati. A riferirlo la tv BFM citando fonti presenti sul posto. Resta barricato nel bar all’interno del Bar-Tabac di Blagnac, armato.

Il procuratore di Tolosa Dominique Alzeari ha riferito che a casa del 17enne è stata ritrovata una lettera di testamento in cui si legge che il ragazzo sarebbe stato preoccupato per il suo stato di salute e dichiara di voler agire per il movimento dei gilet gialli. Il ragazzo era noto alle forze dell’ordine per piccoli furti.

“L’uomo è entrato con un casco in testa, ma il volto non era coperto. Aveva anche una telecamera di tipo GoPro. Ci ha detto che era per il nostro bene”, ha raccontato il cliente che è stato rilasciato per primo.

A riferire per primo la notizia è ActuToulouse.

Secondo La Depeche online, il sequestratore avrebbe 17 anni e aveva chiesto la presenza di un negoziatore che non appartenesse alle forze dell’ordine. Il ragazzo ha sparato due volte contro la polizia.

Il sequestratore ha urlato di essere il braccio armato dei gilet gialli.

Secondo il sito del giornale locale La Depeche il suo nome è Yanis e sarebbe già presente negli archivi della polizia perché fermato in uno dei cortei dei gilet gialli avvenuti a metà Dicembre a Tolosa.

Il quotidiano Le Figaro dice che la polizia non sta seguendo la pista terroristica. Si ipotizza che si sia trattato di un tentativo di rapina.

Nel corso del pomeriggio, la polizia ha invitato i cittadini a evitare l’area.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.