Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

I Taliban liberano 350 persone da una prigione afghana

Immagine di copertina

Un commando di talebani travestiti da poliziotti ha attaccato una prigione afghana aiutando a far evadere almeno 350 persone

Un gruppo di militanti talebani ha assaltato il carcere di Ghazni, una città circa 150 chilometri a sud della capitale Kabul, uccidendo 4 poliziotti e liberando almeno 350 persone. Nell’attentato sono morti almeno 7 membri del gruppo estremista.

Secondo il Governatore della provincia di Ghazni, un commando di talebani si è presentato davanti al carcere armato e in divisa militare. Successivamente, almeno due uomini si sarebbero fatti esplodere davanti al cancello d’ingresso, permettendo agli altri di liberare i prigionieri forzando le celle.

Dei 436 detenuti del carcere, ne restano soltanto 81. Il ministero dell’Interno afghano ha confermato la fuga di 355 persone, di cui almeno 148 rappresentano una minaccia per la sicurezza nazionale, e 207 sono criminali. 

La scelta di questo carcere come obiettivo sarebbe stata dettata dalla sua scarsità di personale di sicurezza. Le strade d’accesso alla prigione erano state minate dai talebani per impedire l’arrivo dei rinforzi. Un veicolo armato dell’esercito è saltato in aria proprio nel tentativo di raggiungere il luogo dell’attentato.

Questo è il terzo grande attacco alle prigioni afghane condotto dai Taliban dal 2008, e porta il numero totale di evasi a quota 1.400.

I talebani si servono di questi attentati soprattutto per stimolare la morale dei combattenti del gruppo, divisi tra di loro sulla scelta del nuovo leader dopo la morte del fondatore Mullah Mohammad Omar.

L’attentato è un’ulteriore prova delle precarie condizioni in cui riversa l’amministrazione afghana. Le forze di sicurezza del Paese non sono ancora sufficienti a fronteggiare le minacce costituite dai talebani.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa