Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:20
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

“Il talco della Johnson & Johnson responsabile dei tumori”: l’azienda costretta a un risarcimento da 2,1 miliardi di dollari

Immagine di copertina

Il talco venduto dal gruppo farmaceutico americano Johnson & Johnson è responsabile dei tumori. A confermarlo è la Corte d’Appello del Missouri che ha ordinato al colosso farmaceutico americano di risarcire 2,1 miliardi di dollari di danni. Tuttavia, il tribunale ha ridotto di oltre la metà i 4,4 miliardi di danni concessi da una giuria nel 2018 a 22 denuncianti e alle loro famiglie. Secondo il tribunale, alcuni di loro non avrebbero dovuto essere inclusi nel processo perché erano al di fuori dello stato del Missouri.

La sentenza di martedì ha confermato i danni che il gruppo farmaceutico e di prodotti igienici dovrà pagare per “vendere consapevolmente prodotti contenenti amianto ai consumatori”. I denuncianti affermano che l’uso del talco Johnson & Johnson per la loro igiene personale aveva causato il cancro alle ovaie. Un portavoce del gruppo ha affermato sarà presentato ricorso contro la decisione della Corte suprema del Missouri.

Un portavoce di Johnson & Johnson, secondo quanto riporta il Wall Street Journal, ha dichiarato che la compagnia presenterà ricorso. Johnson & Johnson ha affrontato migliaia di azioni legali in tutti gli Stati Uniti; nel 2019 una giuria della California l’ha condannata a versare milioni di dollari di danni. Il mese scorso la società ha annunciato che avrebbe interrotto la produzione del talco per bambini negli Stati Uniti e in Canada ma che continuerà a vendere il prodotto nel resto del mondo.

Lo scorso maggio, il gruppo ha annunciato che avrebbe smesso di vendere questo talco negli Stati Uniti e in Canada, paesi in cui le vendite sono diminuite a causa del cambiamento delle abitudini e della sfiducia nei confronti del prodotto mentre intende continuare a venderlo al resto del mondo.

Leggi anche: Razzismo, Johnson & Johnson bandisce le creme sbiancanti

Ti potrebbe interessare
Esteri / Francia, il Parlamento approva: “Vietate le ‘terapie di conversione’ usate per ‘guarire’ l’omosessualità”
Esteri / “La Cina ha realizzato una app per spiare gli atleti alle Olimpiadi di Pechino”: l’accusa
Esteri / Crisi Russia-Ucraina, venti di guerra soffiano alle porte dell’Europa: cosa sta succedendo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Francia, il Parlamento approva: “Vietate le ‘terapie di conversione’ usate per ‘guarire’ l’omosessualità”
Esteri / “La Cina ha realizzato una app per spiare gli atleti alle Olimpiadi di Pechino”: l’accusa
Esteri / Crisi Russia-Ucraina, venti di guerra soffiano alle porte dell’Europa: cosa sta succedendo
Esteri / Crisi Ucraina-Russia, l’Italia rischia di trovarsi in prima linea al costo di 78 milioni di euro
Esteri / “Il dilemma di Draghi”: la stampa internazionale si divide sull’ipotesi dell’ex banchiere al Quirinale
Esteri / Ucraina, la Nato annuncia l’invio di forze in Europa orientale. Il Cremlino: “L’Occidente aumenta le tensioni“
Esteri / Anche l’Economist volta le spalle a Draghi: “La sua candidatura al Quirinale un male per l’Italia e l’Europa”
Esteri / Un uomo è sopravvissuto dopo aver viaggiato per 10 ore nel carrello di un aereo partito dal Sudafrica
Esteri / Usa ordinano alle famiglie dei diplomatici di lasciare l’Ucraina. Sconsigliano viaggi anche in Russia
Esteri / Usa, rifiuta di indossare una mascherina in volo e si abbassa i pantaloni: 29enne rischia fino a 20 anni