Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 04:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

A Taiwan un referendum per decidere se legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso

Immagine di copertina
Credit: Afp

Referendum Taiwan | Sondaggi | Risultati

Sabato 24 novembre 2018 a Taiwan si tiene un referendum sul riconoscimento dei matrimoni omosessuali.

La giornata è attesa da tempo: nel mese di ottobre, erano state decine di migliaia le persone scese in strada per manifestare a favore dei matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Inoltre, nel 2017 la Corte Costituzionale di Taiwan si era espressa a favore delle nozze gay, riconoscendo simbolicamente le battaglie degli attivisti per i diritti civili, autonoma ma su cui la Cina ancora rivendica la sua autorità.

“La libertà per due persone dello stesso di contrarre un matrimonio, una volta riconosciuto, rappresenterà, insieme al matrimonio tra persone di sesso opposto, la base per una società stabile”, si leggeva nella sentenza pronunciata dalla Corte. 

È stato in quel momento, di fronte alla strade attraversate dai manifestanti, che il governo aveva annunciato il voto referendario.

Tuttavia, nonostante le proteste e la decisione della Corte, non erano stati fatti concreti passi in avanti sul tema e i conservatori hanno duramente osteggiato la proposta del referendum.

Tseng Hsien-ying, il portavoce di Alliance for Next Generation’s Happiness che aveva organizzato una petizione contro la proposta egualitaria, aveva detto: “Un risultato favorevole porterà al collasso del sistema familiare e questo produrrà un duro colpo per la società”.

Inoltre, i sostenitori del solo matrimonio eterosessuale avevano diffuso campagne e messaggi pubblicitari in cui si sosteneva che matrimoni tra persone dello stesso avrebbe influito negativamente sul tasso di natalità dell’isola e l’avrebbe trasformata in un paradiso per persone affette da Hiv, provocando danni al sistema sanitario nazionale.

Sono state molte le manifestazioni di sostegno, arrivate anche da celebrità e da grandi aziende come Google, Microsoft e Ibm. Tuttavia, secondo le anticipazioni dei sondaggi dati dalla Taiwan Public Opinion Foundation, il 77 per cento dei cittadini potrebbe votare contro il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Sabato 24 novembre i cittadini voteranno anche per decidere su altre questioni, come l’uso dell’energia nucleare e del carbone e sulle importazioni alimentari dal Giappone.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Arabia Saudita, giustiziate 7 persone per “terrorismo”
Esteri / Alain Delon, sequestrate 72 armi nella sua casa di campagna
Esteri / Arrestato a Mosca l’avvocato che ha aiutato la madre di Alexei Navalny a riavere il corpo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Arabia Saudita, giustiziate 7 persone per “terrorismo”
Esteri / Alain Delon, sequestrate 72 armi nella sua casa di campagna
Esteri / Arrestato a Mosca l’avvocato che ha aiutato la madre di Alexei Navalny a riavere il corpo
Esteri / Trovati morti conduttore tv e il fidanzato steward: arrestato agente di polizia
Esteri / Biennale di Venezia: migliaia di artisti, curatori e direttori di musei chiedono di escludere Israele. Il ministro Sangiuliano: “No agli intolleranti”
Esteri / Francia: sequestrate 72 armi da fuoco ad Alain Delon
Esteri / Russia: l’attivista per i diritti umani Oleg Orlov condannato a 2 anni e 6 mesi di carcere per un post su Fb
Esteri / Principe William diserta una cerimonia importante, “ragioni personali”. Inglesi preoccupati
Esteri / Navalny, la portavoce del dissidente morto in Russia: “Nessuna agenzia funebre disponibile per i funerali”
Esteri / Truppe Nato in Ucraina? La Francia "non esclude nulla" ma la Svezia: "Kiev non l'ha chiesto”