Covid ultime 24h
casi +16.079
deceduti +136
tamponi +170.392
terapie intensive +66

Si fa un piccolo taglio alla mano con la carta: donna rischia di morire

La vicenda risale al 2019, ma ancora oggi la donna che è stata in pericolo di vita deve sottoporsi a dei controlli. Ormai le sue condizioni di salute sono buone

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 13 Feb. 2020 alle 08:02 Aggiornato il 13 Feb. 2020 alle 08:10
44
Immagine di copertina

Una donna delle Hawaii ha rischiato di morire a causa di un banale taglio sulla mano con la carta. La storia incredibile riguarda Heather Hartbottlem di 49 anni.

La vicenda risale al 2019, ma ancora oggi la donna che è stata in pericolo di vita deve sottoporsi a dei controlli. Ormai le sue condizioni di salute sono buone e la situazione non è più preoccupante già da alcune settimane.

Come sarà capito migliaia di volte a ciascuno di noi, anche per la 49enne delle Hawaii si era trattato di un semplice taglietto che ha però avuto delle complicazioni.

Tutto era iniziato con un trasloco, nel corso del quale si era ferita con uno scatolone. Nel cuore della notte si era svegliata con un dolore insopportabile alla mano e aveva notato che era gonfia. Aspettò qualche ora, ma quando vide che le era salita la febbre e la sua mano peggiorata andò in ospedale.

Dopo il taglio, Heather aveva notato che la mano si era gonfiata ma pensò che sarebbe sparito da solo dopo qualche giorno così come il gonfiore e invece la situazione non ha fatto che peggiorare. Dopo qualche ora le sue condizioni precipitarono, così, come riporta il Sun, e corse in ospedale.

“Il mio mignolo era gonfio. Pensai a una distorsione o una lussazione, ma tra il mignolo e l’anulare notai un taglio, allora capii che mi ero ferita con uno scatolone”, racconta la donna al The Sun.

Da quel momento per lei iniziò l’inferno culminato in sepsi.

I medici che la presero in cura avevano notato una sepsi in corso, con una proliferazione di batteri nel suo organismo.

Dal taglietto sulle mani, questi erano arrivati lungo tutto il braccio. Il rischio di incappare in una infezione mortale stava salendo minuto dopo minuto.

Si è scoperto che la donna aveva contratto lo stafilococco, un gruppo di batteri, che si era diffuso nel suo sangue e si era sviluppato in sepsi.

Gli stafilococchi sono batteri Gram-positivi di forma sferica aerobi (cioè in grado di vivere solo in presenza di ossigeno) o anaerobi facoltativi (cioè che richiedono normalmente ossigeno, ma che in caso di necessità possono sopravvivere anche in sua assenza).

Questi microbi sono normalmente presenti sulla pelle e nel naso di individui sani, dove nella maggior parte dei casi non causano alcun problema o danno luogo a infezioni della pelle non gravi. In alcune circostanze possono, però, trasformarsi in patogeni in grado di scatenare infezioni anche molto pericolose.

L’infezione da Stafilococco può essere contratta mediante contatto fisico. Il rischio di svilupparla è aggravato dalla presenza di tagli o ferite e dal contatto con persone o superfici contaminate dal batterio.

Heather si è dovuta sottoporre a numerosi interventi, affrontando molte difficoltà, ma alla fine è riuscita a stare meglio e a sopravvivere.

A risultare decisiva in positivo, una terapia a base di antibiotici, che ha scongiurato anche la terribile eventualità di amputare la mano infetta.

Oggi ha scelto di raccontare la sua storia per mettere in allerta chiunque nel non sottovalutare alcuni segnali quando ci si fa male.

Leggi anche:

Ventunenne muore a causa di una pillola dimagrante. La scoperta shock: “Al suo interno sostanze chimiche utilizzate negli esplosivi della Prima guerra mondiale”

Venticinquenne vuole dimagrire dopo la gravidanza e inizia una dieta a base di frullati proteici: muore poco dopo

44
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.