Coronavirus:
positivi 80.572
deceduti 13.155
guariti 16.847

Ventunenne muore a causa di una pillola dimagrante. La scoperta shock: “Al suo interno sostanze chimiche utilizzate negli esplosivi della Prima guerra mondiale”

Il 32enne che ha venduto la sostanza alla giovane è attualmente sotto processo per omicidio colposo

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 12 Feb. 2020 alle 17:58 Aggiornato il 12 Feb. 2020 alle 18:14
12
Immagine di copertina

Ventunenne muore dopo aver ingerito una pillola dimagrante

Muore dopo aver ingerito una pillola dimagrante: è quanto accaduto a una ventunenne inglese nel 2015.

Ora, però, è emersa un’incredibile verità: la pasticca, infatti, conteneva sostanze chimiche utilizzate negli esplosivi della Prima guerra mondiale.

La vicenda, raccontata anche dalla Bbc, è emersa nel corso del processo, attualmente in corso, che dovrà stabilire le responsabilità per il decesso della giovane di Shrewsbury, in Gran Bretagna.

Secondo quanto emerso fino ad ora, Eloise Parry, questo il nome della vittima, era bulimica e aveva iniziato a fare uso di questa sostanza, reperita su Internet.

Responsabile del commercio di questa pillola sarebbe Bernard Rebelo, 32enne attualmente alla sbarra con l’accusa di omicidio colposo. Rebelo, infatti, avrebbe comprato la sostanza nel 2013, denominata DNP, in una fabbrica della Cina e poi l’avrebbe rivenduta sul web a diverse persone sparse per il mondo, tra cui anche la ventunenne Eloise Parry.

Pubblicizzata come un prodotto dimagrante, la sostanza chimica a lungo andare può portare a un’insufficienza multipla a livello di organi, all’arresto cardiaco, al coma e infine alla morte.

Leggi anche:

Venticinquenne vuole dimagrire dopo la gravidanza e inizia una dieta a base di frullati proteici: muore poco dopo

12
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.