Covid ultime 24h
casi +10.593
deceduti +541
tamponi +257.034
terapie intensive -49

Dopo 150 anni, quest’anno la super luna sarà rossa e blu

L'ultima volta che questo fenomeno abbellì il cielo era il 31 marzo 1866. Come ammirare il raro evento

Di Francesca Moriero
Pubblicato il 27 Gen. 2018 alle 19:08 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 00:36
0
Immagine di copertina
Eclissi totale di luna del 27 settembre 2015 Credit: Getty Images

Chi vive negli Stati Uniti occidentali potrà godersi l’evento lunare incredibilmente raro che si verificherà a fine mese.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Dopo oltre 150 anni, il 31 gennaio 2018, la Luna si tingerà di rosso a causa dell’eclissi.

L’ultima volta che la “Super Luna rossa e blu” abbellì il cielo era il 31 marzo 1866.

La Luna rossa e blu è in realtà una combinazione di tre diversi fenomeni celesti: la super luna, la luna blu e la luna rossa.

Questo processo si verifica durante il perigeo, il punto di distanza minima che il satellite può raggiungere dalla terra.

Come afferma Paolo Volpini, dell’Unione astrofili italiani (Uai), l’espressione Luna blu ha origini anglosassoni, “Blue Moon, è un detto popolare che deriva dall’espressione ‘once in a blu moon’ (una volta ogni luna blu), per indicare un evento raro”.

Ciò significa che la luna non si colorerà di blu ma sarà realmente rossa per chi avrà la fortuna di ammirare l’eclissi totale.

Il risultato sarà una luna che apparirà particolarmente grande e luminosa.

Durante l’eclissi, la terra si stanzierà tra la luna e il sole: la luna apparirà quindi buia e questo proietterà un’incredibile sfumatura rosso rame. Il tutto durerà ben 77 minuti.

Secondo la NASA , l’agenzia governativa responsabile del programma spaziale degli Stati Uniti d’America e della ricerca aerospaziale, la “super luna rossa e blu” può essere vista prima dell’alba del 31 gennaio se si soggiorna in Nord America, Alaska o Hawaii e durante il sorgere della luna se si è in Medio Oriente, Asia, Russia orientale, Australia, o Nuova Zelanda.

Credit: NASA

“Tempo permettendo, la West Coast, l’Alaska e le Hawaii avranno una visione spettacolare della totalità dall’inizio alla fine”, ha dichiarato Gordon Johnston, dirigente del programma e scienziato lunare presso la sede della NASA a Washington.

In Italia purtroppo l’eclissi non sarà osservabile; la si potrà vedere “indirettamente” in diretta streaming sul sito web della NASA.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.