Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 13:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La storia di uno dei baci più famosi di sempre

Immagine di copertina

Nella primavera del 1950 il fotografo francese Doisneau scattò una delle icone del romanticismo mondiale, mentre cercava le immagini per un reportage su Parigi

Parigi, gli anni Cinquanta, la gioventù, l’amore. Sembra un cocktail perfetto per qualsiasi romanzo, e il mix di ingredienti vale anche per la fotografia. Una in particolare, che negli anni è diventata una delle icone del romanticismo e della capitale francese.

Si tratta di Le Baiser de l’Hôtel de Ville (“Il bacio dell’Hôtel de Ville”) del fotografo francese Robert Doisneau, nato nel 1912 e morto nel 1994, che nella primavera del 1950 scattò l’immagine nei pressi del municipio parigino e la consegnò alla storia della fotografia.

Nella foto si vedono due giovani innamorati baciarsi in piedi sul marciapiede, vicino a un classico caffè parigino, mentre intorno a loro passanti e automobili testimoniano la vitalità della città presa dai suoi mille impegni.

Doisneau è considerato uno dei fotografi francesi più talentuosi e celebri del Ventesimo secolo, insieme a Henri Cartier-Bresson ed Eugène Atget. La sua specialità fu proprio la rappresentazione di Parigi e dei suoi abitanti, attraverso la quale moltissimi cittadini del mondo si sono costruiti un’immagine della ville lumière.

“Alla gente piacciono le mie foto perché vedono in esse cosa avrebbero visto se avessero smesso di correre su e giù e si fossero presi il tempo di godersi la città”, ha dichiarato Doisneau alla Bbc.

Se in molti casi le sue foto sono istantanee che raccontano eventi reali e casuali, incontrati durante i suoi vagabondaggi, è curioso pensare che, come ha confermato Francine Deroudille, figlia di Doisneau, la sua foto più famosa sia in realtà una messa in scena.

“La foto è stata scattata nella primavera del 1950. L’agente di mio padre aveva proposto una serie sugli amanti di Parigi ad alcune testate americane, e la rivista Life l’aveva accettata”, ha detto la donna alla Bbc.

Mentre cercava soggetti per questa serie e sedeva al caffè Le Villars, Doisneau vide una giovane coppia baciarsi. Chiese loro se potessero rifarlo in ben tre luoghi diversi, a Place de la Concorde, a Rue de Rivoli e infine all’Hôtel de Ville.

Questa rivelazione arrivò solo nel 1993, quando un uomo e una donna fecero causa al fotografo sostenendo di essere i protagonisti dello scatto e di voler essere retribuiti adeguatamente. 

In quell’occasione Doisneau ammise che la foto ritraeva Françoise Bornet e il suo ragazzo Jacques Carteaud, all’epoca giovani attori in cerca di fama, ai quali Doisneau aveva offerto una ricompensa in denaro e anche una stampa della foto con il suo timbro e la firma.

La donna protagonista ha venduto all’asta la sua stampa nel 2005 per una cifra di 185mila euro, rivelando che lei e il ragazzo ritratto restarono insieme solo per nove mesi, nonostante siano per sempre legati in quell’immagine.

“La foto era posata”, ha detto in un’intervista con i media francesi. “Ma il bacio era reale”.

“I suoi modelli non erano modelli nel senso che posavano. Mio padre stava semplicemente testimoniando il loro flirtare e baciarsi, in modo molto naturale”, dice oggi la figlia Francine Deroudille. “A quel tempo, le riviste americane erano molto appassionate alle storie su Parigi, in particolare a quelle che riguardavano le sue strade, dove la gente si comportava molto più liberamente che in qualsiasi città americana. Anche per le strade di New York, le coppie difficilmente si baciavano, e certamente non con quello spensierato abbandono”.

Dal momento dello scatto, la foto ha avuto una storia a sé stante. Inizialmente pubblicata negli anni Cinquanta, e nemmeno considerata dall’autore la sua opera migliore, rimase per anni nota solo agli appassionati. Poi, nel 1986, un giovane editore propose di pubblicarla di nuovo, in formato poster, e il successo fu immediato, arrivando in qualsiasi paese del mondo.

Per decenni, le strade di Parigi, i suoi abitanti e i loro amori, sono state associate a quei due giovani attori catturati in un pomeriggio di marzo del 1950.

(Francoise Bornet, la protagonista femminile della foto, nel luogo in cui questa venne scattata. Credit: Reuters)


**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Esteri / Obbligo di vaccino per i dipendenti Google e Facebook
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo
Economia / Effetto Covid, per tornare in ufficio i lavoratori londinesi chiedono un aumento di stipendio
Esteri / In Germania è iniziata ufficialmente la quarta ondata di Covid
Esteri / Influencer di giorno, narcotrafficante di notte: arrestata la 19enne "Miss Cracolandia"
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)