Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:39
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Stato di emergenza a causa degli scontri tra dimostranti e polizia a Charlotte, negli Stati Uniti

Immagine di copertina

Le proteste sono diventate violente per la seconda notte di fila nella città della Carolina del Nord dove un afroamericano è stato ucciso dalla polizia

Il governatore della Carolina del Nord ha dichiarato lo stato di emergenza e chiesto l’intervento della Guardia nazionale e delle pattuglie autostradali dello stato per gestire la situazione a Charlotte, dove sono proseguiti per la seconda notte gli scontri tra la polizia e i dimostranti scesi in piazza in protesta dopo l’uccisione di un uomo di colore da parte di un’agente in circostanze che sono state contestate.

Durante i disordini della notte scorsa, una persona è stata ferita gravemente da un colpo d’arma da fuoco mentre la polizia antisommossa disperdeva i manifestanti.

Secondo la ricostruzione delle autorità, a sparare sarebbe stato un altro civile e non la polizia. La vittima è stata trasportata in ospedale in condizioni critiche ed è stata attaccata al respiratore.

Anche un agente è rimasto ferito durante gli scontri di mercoledì notte. “Stiamo cercando di disperdere la folla”, ha detto il capo della polizia di Charlotte Kerr Putney a Fox News. 

“Siamo stati molto pazienti ma adesso stanno diventando davvero aggressivi, lanciano bottiglie ai miei agenti, perciò è arrivato il momento di ristabilire l’ordine”.

I disordini sono scoppiati dopo l’uccisione da parte di un agente di colore del 43enne Keith Scott. Secondo la polizia, l’uomo era armato e si era rifiutato di deporre la pistola nonostante gli agenti gliel’avessero intimato più volte.

I familiari di Scott e un testimone sostengono invece che l’uomo avesse in mano un libro e non un’arma. Secondo Tahesia Williams, che ha osservato dal proprio balcone la scena, Scott è sceso dalla sua auto con le mani alzate.

Le autorità non hanno diffuso il video dell’episodio, e il sindaco di Charlotte ne prenderà visione solo oggi.

La manifestazione di mercoledì notte era nata in modo pacifico ma poi i dimostranti hanno circondato gli agenti di polizia e i loro veicoli. I poliziotti hanno reagito usando proiettili di gomma, spray al peperoncino, gas lacrimogeni e granate stordenti.

A loro volta i dimostranti hanno lanciato fuochi d’artificio e altri oggetti verso la polizia e, respinti dagli agenti in tenuta antisommossa, hanno distrutto le vetrate di un albergo e di un negozio.

Ma molte delle persone scese in piazza non hanno condiviso la deriva violenta di alcuni dimostranti. La stessa moglie di Scott aveva precedentemente invitato alla calma, dopo che diversi manifestanti e sedici agenti di polizia erano rimasti feriti negli scontri della notte tra martedì e mercoledì.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza