Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Gli Stati Uniti continueranno i pattugliamenti alle Isole Spratly

Immagine di copertina

Le isole artificiali cinesi sono oggetto di contesa internazionale e sono in corso tensioni tra Washington e Pechino sulla possibilità di navigare nell'area

Gli Stati Uniti continueranno a pattugliare la zona all’interno delle 12 miglia nautiche dalle isole artificiali cinesi nel Mar Cinese Meridionale, ha detto un ufficiale della difesa statunitense all’agenzia stampa Reuters. Il 27 ottobre il passaggio di una nave americana vicino alle isole aveva creato tensioni diplomatiche fra Pechino e Washington.

La marina statunitense effettuerà nuovi pattugliamenti “circa due volte a trimestre, o un po’ di più”, ha detto l’ufficiale, che ha preferito rimanere anonimo perché non era autorizzato a parlare in pubblico dei piani operativi della marina.

Le isole artificiali dell’arcipelago di Spratly sono una zona contesa fra Cina e altri cinque paesi. I pattugliamenti degli Stati Uniti avrebbero l’obiettivo di assicurare la libertà di navigazione nella zona, operazioni che, dicono gli ufficiali, la marina condurrebbe regolarmente durante l’anno in giro per il mondo.

Un altro obiettivo dei pattugliamenti, hanno dichiarato dei rappresentanti del governo statunitense, è controllare i piani di militarizzazione cinesi, visto che delle foto satellitari rivelano la costruzione di tre piste d’atterraggio militare nelle Spratly.

In un incontro con Obama a settembre, il presidente cinese Xi Jinping aveva negato che la Cina volesse militarizzare le isole.

I nuovi pattugliamenti, ha detto il consigliere alla sicurezza nazionale statunitense Ben Rhodes, “serviranno a dimostrare che saremo sempre dei sostenitori del principio della libertà di navigazione”.

Rhodes ha detto che l’obiettivo degli Stati Uniti nella disputa è di arrivare a una soluzione diplomatica.

Dopo il passaggio della nave statunitense il 27 ottobre, un comandante della marina cinese aveva definito i pattugliamenti statunitensi “atti di provocazione”. Se ripetuti, aveva detto, potrebbero far scattare una guerra nel Mar Cinese Meridionale. 

La Cina reclama la giurisdizione sulla maggior parte di quest’area, in cui ogni anno avvengono scambi commerciali per un valore di 5mila miliardi di dollari.

Gli Stati Uniti, ha detto l’ammiraglio della marina statunitense Harry B. Harris Jr. in visita a Pechino, non vogliono che queste tensioni interferiscano con i possibili accordi militari con la Cina.

A febbraio 29 ufficiali della marina cinese hanno visitato gli Stati Uniti per una settimana. Lo scorso mese la marina statunitense ha ricambiato la visita inviando una delegazione di 27 ufficiali in Cina.

“Sono d’accordo con molti dei miei colleghi cinesi che hanno messo l’accento sulla cooperazione, più che lo scontro”, ha detto Harris.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Esteri / Parigi, paura all’aeroporto Charles De Gaulle: uomo armato di coltello ucciso dalla polizia
Esteri / Ucraina, bombardamenti russi a Nikopol: 11 morti e 13 feriti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Esteri / Parigi, paura all’aeroporto Charles De Gaulle: uomo armato di coltello ucciso dalla polizia
Esteri / Ucraina, bombardamenti russi a Nikopol: 11 morti e 13 feriti
Esteri / Scoperto un nuovo virus di origine animale in Cina: 35 persone contagiate dal Langya
Esteri / Taiwan: “Cina prepara invasione dell’isola. Le manovre militari proseguono”
Esteri / Trump, l’Fbi ha perquisito la casa dell’ex presidente in Florida. Portate via scatole di documenti
Esteri / È morta Olivia Newton-John: la star di “Grease” aveva 73 anni
Esteri / Congo, i Caschi Blu sparano e uccidono civili: il fallimento dell’Onu di cui nessuno parla
Esteri / Taiwan prepara due esercitazioni di artiglieria. Si riducono operazioni della Cina, riprendono voli
Esteri / Zaporizhzhia, 40 razzi vicino alla centrale nucleare più grande d’Europa. Aiea: “Rischio di disastro”