Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:24
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Washington fornirà aiuti militari a Israele per 38 miliardi di dollari

Immagine di copertina

I fondi verranno erogati nell'arco di 10 anni, ma potranno essere spesi unicamente in armamenti prodotti negli Stati Uniti. 5 miliardi andranno alla difesa missilistica

Israele si è aggiudicato il più grande pacchetto di aiuti militari mai assegnato dagli Stati Uniti. Lo stato ebraico, infatti, riceverà 38 miliardi di dollari (circa 34 miliardi di euro) in aiuti militari nel corso dei prossimi dieci anni.

L’accordo che sarà firmato oggi, mercoledì 14 settembre 2016, a Washington include circa 5 miliardi di dollari (4 miliardi e mezzo di euro) destinati alla difesa missilistica.

Il pacchetto precedente prevedeva 30 miliardi di dollari di aiuti su un periodo parimenti di dieci anni, ma i fondi effettivamente erogati erano stati 35 miliardi, la richiesta di Israele di un “piccolo” extra.

Questa volta, però, Tel Aviv non potrà richiedere al congresso americano ulteriori aiuti oltre a quelli previsti.

Inoltre, Israele non potrà spendere i fondi per l’acquisto di armamenti prodotti sul suo territorio, ma dovrà rivolgersi alla produzione americana. Non potrà nemmeno utilizzare il denaro erogato per acquistare combustibile per le sue forze armate.

Date le limitazioni inserite nel nuovo accordo, la sua negoziazione ha richiesto ben dieci mesi ed era stata sospesa dal primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu in protesta contro l’accordo sul nucleare iraniano concordato dai P5+1 (i cinque membri del consiglio di sicurezza dell’Onu, Stati Uniti, Francia, Regno Unito, Russia e Cina, più la Germania) a luglio 2015.

Netanyahu aveva chiesto 45 miliardi di dollari e sembrava disposto a rinviare l’accordo fino all’inaugurazione della nuova presidenza, ma l’amministrazione Obama era ansiosa di apporre il proprio sigillo in modo da poter respingere le accuse secondo cui la sua politica estera ha danneggiato Israele.

Ti potrebbe interessare
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Ti potrebbe interessare
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Esteri / Leverkusen, esplosione in un impianto chimico: almeno un morto. Le autorità: "Non uscite e tenete porte e finestre chiuse"
Ambiente / Il ceo di Philip Morris: “Favorevole al divieto totale di fumo entro il 2030”
Esteri / Costretti a vivere tra le macerie: le vite spezzate dei bambini a Raqqa
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo