Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La pena di morte per Noura, sposa bambina a 13 anni, è stata sostituita con 5 anni di carcere

Immagine di copertina

La ragazza aveva ucciso il marito dopo che aveva tentato di stuprarla. Era stata condannata a morte per impiccagione

La pena di morte per Noura Hussein Hammad, la ragazza sudanese data in sposa quando aveva 13 anni a un cugino che la violentava e che lei ha ucciso, è stata commutata con una pena a 5 anni di carcere e con una pena pecuniaria.

I cinque anni di carcere saranno contati dalla data di ingresso in carcere, il 3 maggio 2017. La pena pecuniaria è pari a 337.500 sterline sudanesi (poco più di 16mila euro).

Il 24 maggio il tribunale penale di Omdurman, in Sudan, aveva confermato la condanna a morte per Noura, che ha 19 anni ed è in in prigione da quasi due, costretta a un matrimonio combinato e accusata per essersi difesa dal marito che voleva stuprarla.

TPI ha raccontato la storia di Noura intervistando gli attivisti che si stanno occupando del suo caso.

A 13 anni, contro la sua volontà, la ragazza è stata data in sposa per un matrimonio combinato con un suo cugino di secondo grado.

Nonostante il suo rifiuto, il matrimonio religioso viene celebrato, Noura fugge e trova protezione a casa di alcuni parenti a Sinnar. Dopo due anni vissuti lontano dalla famiglia, Noura decide di tornare a casa.

A 15 anni Noura e il marito celebrano anche il matrimonio legale: ora Noura può consumare il matrimonio, secondo la legge del Sudan.

Ma la ragazza non vuole, i due sposi vanno in luna di miele a Khartoum, dove, dopo giorni di rifiuto, Noura viene violentata dal marito che la costringe a fare sesso in presenza di altri parenti.

Il giorno successivo, il 3 maggio 2017, il marito cerca nuovamente di violentarla, ma Noura reagisce e lo accoltella, ferendolo a morte.

Noura torna nuovamente dalla famiglia, sperando di essere aiutata, ma il padre la consegna alla polizia.

Il 19 aprile 2018, Noura viene incriminata e condannata a morte tramite impiccagione.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Biden attacca giornalista della Cnn: “Ma che diavolo dice? Ha sbagliato lavoro”
Esteri / Hong Kong, dopo il blitz vanno a ruba le 500mila copie dell’Apple Daily: edicole prese d’assalto
Esteri / L’Iran elegge il nuovo presidente: conservatori pronti a tornare al potere
Ti potrebbe interessare
Esteri / Biden attacca giornalista della Cnn: “Ma che diavolo dice? Ha sbagliato lavoro”
Esteri / Hong Kong, dopo il blitz vanno a ruba le 500mila copie dell’Apple Daily: edicole prese d’assalto
Esteri / L’Iran elegge il nuovo presidente: conservatori pronti a tornare al potere
Esteri / Usa, il concerto di Bruce Springsteen è vietato a chi si è vaccinato con AstraZeneca
Esteri / Juneteenth, il giorno per ricordare la fine della schiavitù dei neri, diventa festa federale negli Usa
Esteri / Israele presta ai palestinesi oltre un milione di vaccini Pfizer in scadenza
Esteri / Schiavitù infantile, Corte Suprema Usa blocca causa contro i giganti del cioccolato
Esteri / La variante Delta spaventa il Regno Unito: mai così tanti casi da febbraio
Esteri / Chi è Lina Khan, la nuova dirigente dell'Antitrust americano che fa tremare le Big Tech
Esteri / Covid, la Cina risponde alle accuse: “Gli scienziati di Wuhan meritano il premio Nobel”