Covid ultime 24h
casi +10.497
deceduti +603
tamponi +254.070
terapie intensive -57

Il geniale spot pro-cannabis del regista di Her | VIDEO

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 28 Feb. 2019 alle 13:15 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:32
0

Un inno alla cannabis legale: il regista Spike Jonze ha diretto e interpretato uno spot progresso sulla “maria”.

Assunto da MedMen, una delle più importanti aziende di rivendita della cannabis negli Stati Uniti, regista di “Essere John Malkovich” e “Her” ha diretto un video che ripercorre la storia della canapa. Un piano sequenza che rappresenta le varie epoche con delle stanze.

La voce narrante è di Jesse Williams (volto di Grey’s Anatomy, ma anche di film come The Butler e Quella casa nel bosco) ed è una sequenza di “Mannequin Challenge”, ovvero una serie di persone immobili davanti alla telecamera, per raccontare la storia sociale della cannabis.

Dalle coltivazioni per uso industriale di George Washington alla demonizzazione degli anni ’70 e ’80 con scene di arresti e processi, fino a quella che la voce narrante definisce la cannabis “The new normal”, la nuova normalità.

Il tema della legalizzazione della Cannabis è uno dei dibattiti più accesi degli ultimi anni. A tentare di fare un passo avanti ci ha pensato proprio Spike Jonze, il quotatissimo cineasta statunitense, con questo video provocatorio.

> LEGGI ANCHE:  Il M5s ha presentato un disegno di legge sulla legalizzazione della cannabis

Il testo della pubblicità esalta la cannabis come uno strumento consumato per alleviare dolori, stress e ansia, oltre al fatto che, dopo aver generato mercato nero potrebbe creare nuovi posti di lavoro.

Nel video si sottolinea anche come la cannabis abbia dato ispirazione a creativi e artisti, così come a tantissime persone normali. La normalità, appunto, concetto che si fa ancora una certa difficoltà ad associare al consumo della cannabis e che invece è al centro di questi quadri umani ritratti da Jonze.

Nell’ultima scena sembra che la canapa entri nella vita quotidiana delle famiglie normali. Sarà veramente così?

> LEGGI ANCHE: In Canada la cannabis è legale, ecco chi la assume di più

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.