Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:39
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il tassista sospettato della sparatoria di Kalamazoo in Michigan ha confessato

Immagine di copertina

Il procuratore Jeffrey Getting ha detto che le motivazioni della sparatoria rimangono poco chiare e ha fissato la prossima udienza per il 3 marzo

Il tassista di Uber sospettato per la sparatoria di Kalamazoo in Michigan del 20 febbraio 2016, ha confessato l’omicidio delle sei persone morte in tre diversi luoghi della città.

Al colpevole, Jason Dalton di 45 anni, è stato negata la possibilità del pagamento di una cauzione.

Dalton è apparso in tribunale tramite un collegamento video dal carcere in cui si trova e quando gli è stato chiesto se avesse qualcosa da dire ha detto che preferiva rimanere in silenzio.

Dopo l’udienza, il procuratore Jeffrey Getting, ha detto ai giornalisti che le motivazioni della sparatoria rimangono tutt’ora poco chiare e ha fissato la prossima udienza per il 3 marzo.

Dalton in un arco di cinque ore nella serata di sabato 20 febbraio ha sparato, uccidendo sei persone, in tre diversi luoghi: un complesso di edifici, una concessionaria di auto e il ristorante Cracker Barrel di Kalamazoo, a circa 150 miglia a ovest di Detroit. 

“All’inizio di quest’anno ho intrapreso azioni per rendere più difficile comprare una pistole alle persone pericolose come questo individuo. Ma chiaramente dobbiamo fare di più se vogliamo tenere al sicuro i cittadini americani innocenti”, ha detto il presidente statunitense Barack Obama commentando l’ennesimo episodio di violenza negli Usa. 

L’azienda di trasporto privato Uber, interpellata dopo la sparatoria, ha fatto sapere che il tassista in questione aveva ricevuto feedback molto favorevoli. Il tassista non aveva precedenti penali. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Esteri / Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici
Esteri / Austria, morto di Covid l’esponente No Vax Biacsics: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina
Esteri / Usa, sparatoria in una scuola del Michigan: 15enne apre il fuoco sui compagni. Morti 3 studenti
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa