Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:45
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Sparatoria in una clinica a Colorado Springs

Immagine di copertina

Tre morti e nove feriti nel centro medico Planned Parenthood che era stato oggetto in passato di proteste degli anti-abortisti

Nella giornata di venerdì 27 novembre un uomo ha aperto il fuoco con un fucile all’interno di una clinica abortiva dell’organizzazione no-profit Planned Parenthood nella città di Colorado Springs, in Colorado, uccidendo tre persone e ferendone altre nove, secondo quanto dichiarato dalle autorità.

Il capo della polizia di Colorado Springs Peter Carey ha detto che un poliziotto e due civili sarebbero morti nell’attacco. Ha anche aggiunto che i nove sopravvissuti, cinque agenti di polizia e quattro civili, sono stati dichiarati in buone condizioni.

L’aggressore si è arreso agli agenti dopo quasi cinque ore dall’inizio dell’attacco e a seguito di uno scontro a fuoco con la polizia.

L’uomo si era barricato all’interno della struttura sanitaria dopo aver fatto irruzione intorno alle 20 ora italiana della sera di venerdì e aver preso numerose persone in ostaggio all’interno dell’edificio.

La polizia ha confermato l’identità del sospettato, si tratta di un uomo bianco di  57 anni di nome Robert Lewis Dear.

La clinica di Colorado Springs era stata oggetto in passato di ripetute proteste di attivisti anti-aborto.

La Planned Parenthood, che offre una vasta gamma di servizi sanitari inclusa l’interruzione della gravidanza, è stata oggetto nei mesi scorsi a forti attacchi da parte dei conservatori nel Congresso che volevano tagliare i finanziamenti all’organizzazione no-profit da parte del governo federale.

Il presidente americano Obama, informato della sparatoria da Lisa Monaco, consigliere del Dipartimento di sicurezza nazionale, ha detto che dopo la sparatoria in Colorado gli Stati Uniti “devono fare qualcosa in merito al facile accesso alle armi”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Congo, i Caschi Blu sparano e uccidono civili: il fallimento dell’Onu di cui nessuno parla
Esteri / Taiwan prepara due esercitazioni di artiglieria. Si riducono operazioni della Cina, riprendono voli
Esteri / Zaporizhzhia, 40 razzi vicino alla centrale nucleare più grande d’Europa. Aiea: “Rischio di disastro”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Congo, i Caschi Blu sparano e uccidono civili: il fallimento dell’Onu di cui nessuno parla
Esteri / Taiwan prepara due esercitazioni di artiglieria. Si riducono operazioni della Cina, riprendono voli
Esteri / Zaporizhzhia, 40 razzi vicino alla centrale nucleare più grande d’Europa. Aiea: “Rischio di disastro”
Esteri / Raid israeliani su Gaza: sale a 32 il numero dei morti tra cui 6 bambini. Lapid: “Obiettivi raggiunti”
Esteri / Usa, Biden negativo al Covid: “Resterà in isolamento”
Esteri / Regno Unito, è morto Archie: i medici hanno staccato le macchine che lo tenevano in vita
Esteri / La tragedia dei “niños robados”: così 300mila bambini sono stati sottratti alle loro madri durante il franchismo
Esteri / Washington: un fulmine cade vicino alla Casa Bianca e uccide tre persone | VIDEO
Esteri / “Ecco perché stiamo facendo il gioco di Putin”: il politologo Santangelo a TPI
Esteri / Il grande risiko dello zar nei Balcani: così Putin sfida la Nato al di là dell’Adriatico