Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:21
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Dal sito di Trump è scomparsa la proposta di divieto d’ingresso nel paese per i musulmani

Immagine di copertina

Il suo staff che ha curato l'intera campagna elettorale ha fatto sapere che si è trattato solo di un guasto tecnico

Alcune delle proposte più controverse fatte da Trump durante la campagna elettorale per le presidenziali sono scomparse giovedì dal sito ufficiale della campagna.

Ma quello che a molti era sembrato un tentativo del candidato repubblicano di moderare le sue posizioni è stato spiegato come un problema tecnico da un portavoce dello staff del neo-eletto presidente.

Il link alla proposta di Trump con il titolo “Dichiarazione di Donald Trump sulla necessità di prevenire l’immigrazione musulmana”, nel quale invocava “un divieto totale e completo per i musulmani di entrare negli Stati Uniti” è scomparso temporaneamente dal sito, per riapparire successivamente.

La stessa cosa è successa per la lista fatta da Trump sui possibili nomi per il giudice della Corte Suprema che dovrà nominare una volta eletto presidente, alcune sue proposte economiche e i progetti di riforma.

I link rimandavano inizialmente alla pagina di raccolta fondi per la campagna e in base alle date dell’immagine degli screenshot sarebbero stati rimossi martedì 8 novembre durante l’Election Day.

Nonostante il problema tecnico, altri punti del programma di Trump sono rimasti normalmente sul sito, come ad esempio la proposta di “costruire un impenetrabile muro” al confine con il Messico, che dovrebbe essere pagato dagli stessi contribuenti messicani.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Arabia Saudita: Mohammed bin Salman rimpiazza il padre e diventa Primo Ministro
Esteri / L’ambasciata Usa a Mosca ha chiesto ai cittadini americani di lasciare subito la Russia
Esteri / Minaccia nucleare, bando urgente di Mosca per l’acquisto di ioduro di potassio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Arabia Saudita: Mohammed bin Salman rimpiazza il padre e diventa Primo Ministro
Esteri / L’ambasciata Usa a Mosca ha chiesto ai cittadini americani di lasciare subito la Russia
Esteri / Minaccia nucleare, bando urgente di Mosca per l’acquisto di ioduro di potassio
Esteri / Ucraina, referendum in Donbass: vincono i sì con oltre il 90%
Esteri / Iran, la minaccia della polizia per piegare la rivoluzione: “Useremo tutta la forza”
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Esteri / In fuga da Putin, le autorità della Finlandia: “Oltre 7mila russi entrati lunedì dalla frontiera”
Esteri / Medvedev: “La Russia ha il diritto di usare le armi nucleari se necessario, la Nato non interferirà”