Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Siria, gli Usa: indagare sulla Turchia per “crimini di guerra”

Immagine di copertina
Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump

Ne ha parlato l'ambasciatore Kay Bailey Hutchinson in una conferenza stampa

Siria, Usa: indagare su Turchia per “crimini di guerra”

Gli Usa sono a favore di “un’inchiesta a carico della Turchia per crimini di guerra” nel Nord Est della Siria. Ne ha parlato l’ambasciatore degli Stati Uniti Kay Bailey Hutchinson in una conferenza stampa, in vista della riunione dei ministri della Difesa della Nato di domani, giovedì 24 ottobre.

“Quando le truppe americane si stavano ritirando – ha affermato Hutchinson – ci sono state accuse di crimini di guerra che devono essere investigate sotto gli auspici dell’organo adeguato”.

L’ambasciatore Usa in conferenza stampa ha anche dichiarato che “è importante che ciascun Paese assuma le proprie responsabilità per i foreign fighter catturati, e riprenda i propri cittadini, come abbiamo già chiesto”, perché la situazione” in Siria “è altamente instabile”.

E ancora: occorre – ha detto commentando l’accordo Erdogan-Putin – essere “attenti” sul ruolo che la Russia intende assumere in Siria. “Dobbiamo sperare per il meglio”, ma essere pronti anche ad altro.

Le notizie sulla Siria di oggi, 23 ottobre

A che punto siamo

Ieri, 22 ottobre, Turchia e Russia hanno raggiunto un accordo per una nuova tregua di 150 ore nel Nord della Siria. L’intesa è stata raggiunta a Sochi in incontro tra i presidenti Recep Tayyip Erdogan e Vladimir Putin. Le forze di Ankara e Mosca condurranno pattugliamenti congiunti entro i dieci chilometri.

I curdi negli ultimi giorni hanno annunciato il ritiro totale dalla zona di sicurezza come richiesto dall’accordo tra Turchia e Usa del 17 ottobre scorso. “Via tutti i curdi o riparte l’attacco”, era la minaccia di Erdogan.

Il presidente siriano Bashar al Assad intanto ieri ha raggiunto l’esercito di Damasco a Idlib, e ha attaccato: “Erdogan è un ladro, ha rubato fabbriche, grano e petrolio e oggi ruba la terra”.

Aumenta nel mondo la paura per una rinascita dell’Isis, dopo che le nuove tensioni nei territori dello Stato Islamico stanno indebolendo i già deboli equilibri dell’area.

Tutte le ultime notizie sulla guerra in Siria
Ti potrebbe interessare
Esteri / Papa Francesco a Lesbo tra i richiedenti asilo: “Fermiamo questo naufragio di civiltà”
Esteri / Orrore in Germania, cinque morti in una casa: tre sono bambini
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI
Ti potrebbe interessare
Esteri / Papa Francesco a Lesbo tra i richiedenti asilo: “Fermiamo questo naufragio di civiltà”
Esteri / Orrore in Germania, cinque morti in una casa: tre sono bambini
Esteri / Il canale della morte: il fotoreportage sulla strage nella Manica su TPI
Esteri / Papa Francesco: “La morte va accolta, non somministrata”
Esteri / Studente italiano ucciso a New York, ferito anche un altro connazionale. Arrestato l'aggressore
Esteri / L’addio commosso di Angela Merkel: “Grazie per la fiducia”
Esteri / Copenaghen, 31 persone trascorrono la notte nel negozio Ikea isolato dalla neve
Esteri / Un quiz per scoprire quanto ne sai sull’Hiv (e smontare le false credenze)
Esteri / India, i bambini muoiono per lo smog. Un decesso su dieci sotto i cinque anni è per l’inquinamento
Esteri / Dalla Francia a Israele: le notizie dal mondo di questa settimana