Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 12:57
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Siria, Assad al fronte con i soldati accusa Erdogan: “È un ladro, ci ruba la terra”

Immagine di copertina

Il presidente turco, che oggi incontrerà Vladimir Putin a Sochi, annuncia che dopo il coprifuoco "neutralizzerà" i curdi che incontrerà ancora al confine

Siria, Assad al fronte accusa Erdogan: ‘È un ladro, ci ruba la terra’

Il presidente siriano Bashar al Assad si trova insieme alle truppe dell’esercito di Damasco sulle prime linee nella città di Hobait, nella regione di Idlib in Siria. Lo ha fatto sapere la presidenza siriana su Twitter, invitando a “rimanere sintonizzati”. La zona di Idlib è ancora in mano ai ribelli e agli jihadisti. Intanto, scade questa sera la tregua accordata dal presidente della Turchia Receyp Tayp Erdogan e non sembra ci siano spiragli per un rinnovo del cessate il fuoco.

“Erdogan è un ladro, ha rubato fabbriche, grano e petrolio e oggi ruba la terra”, avrebbe detto il presidente siriano Bashar al Assad, secondo quanto riferisce l’account Twitter della presidenza di Damasco, mentre si trova in visita ai militari nella regione di Idlib.

Ed è atteso oggi, 22 ottobre, a Sochi l’incontro tra il presidente russo Vladimir Putin ed Erdogan sulla Siria. Il Cremlino auspica che il presidente turco, durante i colloqui, sveli i futuri piani della Turchia sulla Siria. “La Russia – ha detto il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, citato dalla Tass – vuole discutere la situazione nel nord-est della Siria in modo da comprendere meglio gli eventi, avere informazioni sui piani della Turchia e confrontarli con i piani generali sulla promozione di una soluzione politica” della crisi siriana.

Erdogan intanto non ha intenzione di ritirarsi. E annuncia anzi che l’esercito turco non esiterà a uccidere i curdi che incontrerà dopo la fine della tregua nei territori al confine. “I terroristi che saranno incontrati” dall’esercito turco nel nord-est della Siria “dopo le 22” di oggi (le 21 in Italia), quando scadrà la tregua concordata da Ankara e Washington, “saranno neutralizzati”. È l’avvertimento lanciato con una nota dal ministero della Difesa turco.

Tutte le ultime notizie sulla guerra in Siria

Ti potrebbe interessare
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”