Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Perché c’è un sedile con un pene nella metropolitana di Città del Messico

Immagine di copertina

Due esperimenti effettuati nella metropolitana di Città del Messico fanno parte di una campagna per sensibilizzare i cittadini sulla violenza sessuale

Cosa significa per una donna dover prendere i mezzi pubblici? 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Probabilmente le donne sono costrette a dover fare attenzione a una serie di elementi che ad altri possono apparire ridicoli, come decidere se indossare pantaloncini o gonne per timore di attirare sguardi indiscreti, o non indossare tacchi alti nel caso fosse necessario se in pericolo correre per ritornare a casa dalla stazione.

Nel tentativo di esemplificare le vessazioni che molte donne devono subire tutti i giorni, sono stati realizzati due video che fanno parte di una campagna di sensibilizzazione anonima. I due piccoli filmati sono attribuiti su YouTube all’utente Mitsumasa Kiido.

I video hanno ricevuto reazioni contrastanti e mostrano due esperimenti effettuati nella metropolitana di Città del Messico. In uno i sedili della metro sono rivestiti delle forme di muscoli e peni. I passeggeri si allontanano e sono a disagio quando scoprono dove devono sedersi.

Nell’altro video i fondoschiena di tre uomini che aspettano la metro sono ripresi – a loro insaputa – e proiettati sugli schermi televisivi presenti sulle banchine, questo per mostrare la sensazione che le donne provano quando avvertono di essere osservate in modo lascivo.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Nei seminari c’è già troppa frociaggine”: la frase omofoba attribuita a Papa Francesco
Esteri / La Russia toglierà i talebani dalla lista delle organizzazioni terroristiche
Esteri / Papa Nuova Guinea: 670 morti e 2.000 sepolti vivi per una frana nella provincia di Enga
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Nei seminari c’è già troppa frociaggine”: la frase omofoba attribuita a Papa Francesco
Esteri / La Russia toglierà i talebani dalla lista delle organizzazioni terroristiche
Esteri / Papa Nuova Guinea: 670 morti e 2.000 sepolti vivi per una frana nella provincia di Enga
Esteri / Medvedev: “Se Usa attaccano obiettivi russi, sarà guerra mondiale"
Esteri / Gaza, raid israeliano su un campo per sfollati a Rafah: 45 morti. Idf: eliminati 2 comandanti di Hamas. Tel Aviv: "Civili uccisi da un incendio". Crosetto: "Ingiustificabile". Ue, Borrell accusa: "Ignorata la Corte de L'Aja". Qatar: "Complica i negoziati". Erdogan paragona Netanyahu a Hitler e Milosevic. Il premier: "tragico incidente". Lo Stato ebraico apre un'indagine militare. Sparatoria tra Idf e truppe egiziane al valico di Rafah: un morto. Oltre 36mila vittime e 81mila feriti dal 7 ottobre
Esteri / Russia-Ucraina, il segretario Nato Stoltenberg attacca la Cina: “Alimenta la guerra in Europa”
Esteri / Hamas lancia una raffica di razzi verso il centro di Israele. Tregua, i negoziati riprenderanno martedì in Egitto
Esteri / “Gli arabi vadano via, Gaza sarà nostra”: l’agghiacciante intervista alla madrina dei coloni israeliani Daniela Weiss
Esteri / Il segretario Nato Stoltenberg: “L’Ucraina dovrebbe poter usare le armi occidentali per colpire in Russia”
Esteri / Israele ignora la sentenza de L'Aja e insiste coi raid. Il ministro Ben-Gvir: "Corte antisemita"