Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La Scozia potrebbe votare di nuovo per l’indipendenza a fine 2018

Immagine di copertina

La prima ministra Nicola Sturgeon ha parlato della possibilità di un secondo referendum dopo il raggiungimento di un accordo sulla Brexit

La prima ministra scozzese Nicola Sturgeon ha detto in un’intervista alla Bbc che un secondo referendum per l’indipendenza scozzese potrebbe tenersi nell’autunno del 2018. La prospettiva della separazione arriva pochi mesi prima dell’uscita effettiva del Regno Unito dall’Unione europea.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La minaccia scozzese potrebbe esercitare un’ulteriore pressione politica sulla leader britannica Theresa May, che sarà impegnata nei negoziati con le istituzioni europee sui dettagli della Brexit.

Secondo Sturgeon fissare la votazione per l’autunno del 2018 è una decisione di buon senso in modo da avere per quel periodo contorni più definiti per l’accordo sull’uscita del Regno Unito dall’Unione europea.

Non ci sono ancora ipotesi sulla data del voto anche perché le attuali convenzioni costituzionali impongono l’approvazione del referendum da parte del governo britannico, che si è dichiarato più volte contrario alla consultazione.

Per Edimburgo le mutate condizioni politico-istituzionali rispetto al 2014 rendono necessario interpellare nuovamente il popolo scozzese. Secondo i sondaggi, la posizione della popolazione che aveva escluso la secessione nel precedente referendum non sarebbe cambiata di molto. Anzi, la maggior parte degli scozzesi sembra essere contraria a recarsi di nuovo alle urne. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / La tregua a Gaza è più lontana. Hezbollah: “Soldati israeliani tentano infiltrazione in Libano”. Hamas: “Non sappiamo quanti sono gli ostaggi ancora vivi”
Esteri / Riprendono a Il Cairo i negoziati di pace, Israele per il momento non va: "Prima la lista degli ostaggi vivi"
Esteri / Reportage TPI – Dentro la roccaforte di Hezbollah
Ti potrebbe interessare
Esteri / La tregua a Gaza è più lontana. Hezbollah: “Soldati israeliani tentano infiltrazione in Libano”. Hamas: “Non sappiamo quanti sono gli ostaggi ancora vivi”
Esteri / Riprendono a Il Cairo i negoziati di pace, Israele per il momento non va: "Prima la lista degli ostaggi vivi"
Esteri / Reportage TPI – Dentro la roccaforte di Hezbollah
Esteri / L’economista Zamagni a TPI: “Oggi le guerre sono figlie della ribellione del Sud Globale all’Occidente”
Esteri / Bombardamenti israeliani nel centro di Gaza: 17 morti. L'allarme dell'Oms: "Nella Striscia rischio carestia"
Esteri / Papa Francesco: “L’ideologia del gender è il pericolo più brutto”
Esteri / Strage di civili a Gaza: il filmato dei palestinesi accalcati intorno ai camion degli aiuti
Esteri / Nella Striscia di Gaza si sta consumando una catastrofe umanitaria senza precedenti
Esteri / Putin: “L’Occidente rischia di provocare una guerra nucleare che devasterebbe la civiltà”
Esteri / Macron dopo la strage della farina: “Orrore a Gaza, cessate il fuoco subito e aiuti”. Borrell: "Inorridito da massacro"