Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Scoperta una fossa comune con 500 corpi in una prigione a Mosul

Immagine di copertina

Le vittime sono probabilmente “prigionieri civili” uccisi dall'Isis dopo la conquista della città nel 2014

Una fossa comune contenente circa 500 corpi è stata rinvenuta nella prigione di Badoush, vicino Mosul, sabato 11 marzo 2017, secondo quanto riferito dalle forze irachene. Le milizie guidate dagli sciiti hanno detto che le vittime sono “prigionieri civili” uccisi dall’Isis.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La prigione di Badoush è stata riconquistata dalle mani dei jihadisti nel corso della scorsa settimana. 

Si ritiene che il sedicente Stato islamico abbia ucciso fino a 600 prigionieri, molti dei quali musulmani sciiti, quando hanno preso Mosul nel 2014.

Il numero dei corpi non è stato ancora verificato, ma un rapporto dell’ong Human Rights Watch (Hrw) pubblicato nel 2014 riportava che centinaia di prigionieri maschi erano stati assassinati dall’Isis all’epoca.

L’offensiva dell’esercito iracheno a Mosul è iniziata a ottobre 2016 e ha lo scopo di riprendere il controllo della città dalle mani dell’Isis.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, Donald Trump vince le primarie repubblicane in South Carolina ma la sfidante Nikki Haley non si ritira
Esteri / La Città Santa delle droghe: la piaga della tossicodipendenza a Gerusalemme Est
Esteri / Fattore Trump: così il possibile ritorno di The Donald alla Casa bianca allunga le guerre in Ucraina e a Gaza
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, Donald Trump vince le primarie repubblicane in South Carolina ma la sfidante Nikki Haley non si ritira
Esteri / La Città Santa delle droghe: la piaga della tossicodipendenza a Gerusalemme Est
Esteri / Fattore Trump: così il possibile ritorno di The Donald alla Casa bianca allunga le guerre in Ucraina e a Gaza
Esteri / Palestina, media: Abu Mazen nominerà un governo tecnico. Gaza, il bilancio delle vittime sale a 29.692 morti
Esteri / Reportage TPI – Non solo Gaza: viaggio nell’altra guerra ai palestinesi nei Territori occupati di cui nessuno parla
Esteri / Navalny, le autorità russe restituiscono il corpo alla madre
Esteri / Affari armati: ecco tutti i numeri sugli aiuti militari all’Ucraina
Esteri / L’Italia ha firmato un patto di sicurezza con l’Ucraina: ecco cosa prevede
Esteri / Meloni a Kiev: “L’Ucraina è casa nostra. La difenderemo” | VIDEO
Esteri / Gaza, Lula non si scusa ma insiste: "Non è una guerra ma un genocidio"