Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 07:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Una cameriera nera riceve una frase razzista al posto della mancia negli Stati Uniti

Immagine di copertina

Kelly Carter lavora in un ristorante in Virginia. Sabato sera ha trovato questa nota sulla ricevuta: "Ottimo servizio. Non lasciamo la mancia ai neri"

Uno scontrino con sopra un appunto giudicato razzista e una cameriera di colore che denuncia di essere stata oggetto di discriminazione sono al centro di un caso che nelle ultime ore sta facendo discutere in Virginia, a tal punto da aver spinto numerosi clienti del locale in cui è avvenuto il fatto a manifestare il loro disappunto e il pieno sostegno alla donna. 

Kelly Carter lavora presso il ristorante Anita di Ashburn, in Virginia. Sabato scorso, la donna si trovava nel locale e stava servendo ai tavoli. A un certo punto si è accorta che su uno scontrino lasciato da una coppia che era appena uscita dal ristorante, c’era una nota scritta a penna. 

“L’ho dovuto rileggere per tre volte di seguito. Sono rimasta scioccata”, ha raccontato la donna ai media britannici. Sulla ricevuta c’era appuntata la seguente frase: “Ottimo servizio. Non lasciamo la mancia ai neri”. 

Sullo scontrino erano battuti i pasti consumati dalla coppia che, secondo alcuni ospiti del locale, era composta da due anziani. Una volta finiti i due burrito ordinati, i due sono usciti dal ristorante senza lasciare alcun extra per la cameriera. 

Negli Stati Uniti, la mancia è una consuetudine per i camerieri che spesso arrotondano il loro salario minimo con qualche dollaro in più lasciato dai clienti sul tavolo. 

La nota razzista sullo scontrino ha suscitato anche la reazione del gestore del locale, Tom Tellez, il quale ha replicato di essere allibito da questo genere di episodi, anche se secondo lui sono in linea con il nuovo scenario politico. 

Kelly Carter ha poi specificato che uno dei commensali a cui aveva servito il piatto di burrito si era perfino complimentato per la puntualità del servizio. 

Alla domanda se questo episodio ha suscitato in lei un senso di amarezza, Kelly Carter ha risposto sottolineando che non si tirerebbe indietro nel servire al tavolo la coppia, se quest’ultima dovesse ricapitare nel suo ristorante: “Un’osservazione per quanto odiosa possa essere, non può fermarmi”. 

“Sarei perfino in grado di riconoscerli se dovessero ripassare dal nostro ristorante. Le mie braccia sono pronte ad accoglierli”, ha sottolineato la donna. 

Il proprietario dell’Anita New Mexico Style Cafe si è complimentato con la sua dipendente per aver gestito molto bene l’episodio imbarazzante, aggiungendo che “due torti non fanno una ragione, anche se quella nota è stata avvilente e scandalosa”.

Nel frattempo, ad abbracciare Kelly Carter manifestando affetto e sostegno nei suoi confronti ci hanno pensato i clienti affezionati del locale, che hanno perfino lanciato una piccola campagna di raccolta fondi arrivando a racimolare ora una somma di 300 dollari, per sopperire alla mancata mancia. 

(Qui sotto Kelly Carter, la cameriera del ristorante Anita di Ashburn in Virginia. Credit: Twitter)

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa