Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Lo sciopero di massa della Lufthansa

Immagine di copertina

La protesta dei dipendenti di Lufthansa è iniziata venerdì 6 novembre. È uno degli scioperi più significativi e costa alla compagnia aerea 10 milioni di euro al giorno

Non si ferma lo sciopero del personale di volo della Lufthansa, principale compagnia aerea tedesca, iniziato lo scorso venerdì 6 novembre.

Lo sciopero, dichiarato dal sindacato tedesco UFO (Unabhängige Flugbegleiter Organisation – Organizzazione Indipendente del Personale di Bordo), sarebbe stato messo in atto a causa del fallimento della trattativa sui salari e sugli incentivi per le uscite anticipate.

Il sindacato non ritiene sufficienti le garanzie di Lufthansa, secondo le quali la compagnia non licenzierebbe i dipendenti, e tantomeno le sue offerte monetarie nonostante i dati economici positivi registrati dalla società nell’ultimo anno, grazie anche a un incremento della domanda di voli e a un calo dei prezzi del petrolio. 

La protesta, che costerebbe alla compagnia aerea tedesca circa 10 milioni di euro al giorno, ha causato disagi nei principali aeroporti della Germania, tra cui Francoforte, Monaco e Düsseldorf, dando il via così a uno degli scioperi più significativi nella storia di Lufthansa.

Dallo scorso venerdì a oggi, sarebbero più di un migliaio i voli cancellati, per un totale di oltre 110mila passeggeri lasciati a terra solo nella giornata di lunedì 9 novembre.

Secondo quanto riporta il settimanale tedesco Der Spiegel, l’ultimo dialogo tra UFO e Lufthansa avrebbe portato la compagnia aerea tedesca a offrire condizioni migliori per quanto riguarda gli stipendi e i bonus rispetto alla sua proposta iniziale.

Tuttavia, Nicoley Baublies, presidente dell’UFO, ha dichiarato che intende proseguire con la protesta dei lavoratori, dato che la nuova offerta da parte di Lufthansa porterebbe solo a un lieve miglioramento, senza raggiungere gli standard richiesti dal sindacato e dai dipendenti. Per questo si prevede che lo sciopero duri addirittura fino al prossimo venerdì 13 novembre.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Ti potrebbe interessare
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte