Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Russia, il 45enne Zelensky non riesce a trovare lavoro per via del suo cognome

Immagine di copertina

Un cognome non certo anonimo, specie di questi tempi. Un elettricista disabile di 45 anni non riesce a trovare lavoro per via del suo cognome: Zelensky, come il presidente dell’Ucraina. Succede proprio in Russia, precisamente a Novosibirsk. A raccontare la storia di Sergei è il quotidiano locale Novosibirsk Online. “In qualsiasi posto io vada, mi sento porre la domanda su un’eventuale parentela con il presidente dell’Ucraina”, ha raccontato l’uomo, che per protesta ha iniziato uno sciopero della fame.

Secondo quanto riporta il quotidiano, non appena il 45enne si presenta a un colloquio iniziano le discussioni sulla politica. Un problema che ovviamente si è acuito negli ultimi due mesi, dopo che Putin ha deciso di invadere l’Ucraina. “Mi chiedono: ‘Ma è lo stesso cognome del tossicodipendente ucraino’? e ‘Perché il tuo parente non ti aiuta?'”, racconta Sergei Zelensky.

L’uomo – che sottolinea di poter lavorare, nonostante la disabilità – sta cercando un lavoro attraverso il Centro per l’impiego. “Nell’ultimo mese e mezzo, ho fatto tre colloqui. In tutte le occasioni è stata sollevata la questione dei legami familiari con il presidente dell’Ucraina e poi non sono mai stato richiamato”. Lo staff del Centro per l’impiego di Novosibirsk, contattato dal giornale, non ha voluto parlare senza una richiesta ufficiale da parte del Ministero del lavoro e della tutela sociale.

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Timori Usa: “Hezbollah può sopraffare difesa aerea Israele”. Media: raid su Gaza, almeno 8 morti
Esteri / Le Nazioni Unite affidano all’Università Iuav di Venezia il progetto di ricostruzione di Gaza
Esteri / Wall Street Journal: “Solo 50 ostaggi israeliani ancora in vita, 66 sarebbero morti”. Hezbollah minaccia Cipro: “Pronti ad attaccare chi aiuta Israele”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Timori Usa: “Hezbollah può sopraffare difesa aerea Israele”. Media: raid su Gaza, almeno 8 morti
Esteri / Le Nazioni Unite affidano all’Università Iuav di Venezia il progetto di ricostruzione di Gaza
Esteri / Wall Street Journal: “Solo 50 ostaggi israeliani ancora in vita, 66 sarebbero morti”. Hezbollah minaccia Cipro: “Pronti ad attaccare chi aiuta Israele”
Esteri / Netanyahu agli Usa: “Stop al blocco delle armi”. Tensioni tra Israele e Libano, approvati e validati piani operativi per un’offensiva
Esteri / Bimba si sente male in volo e muore dopo l’atterraggio d’emergenza
Esteri / Inviato Usa: “Evitare una guerra più grande tra Israele e il Libano”. Media: “Almeno 17 morti in un raid di Israele sul campo profughi di Nuseirat”
Esteri / Netanyahu scioglie il gabinetto di guerra dopo l’uscita di Gantz, bombe su Gaza: almeno 6 morti
Esteri / Esplode un blindato a Rafah, muoiono 8 soldati israeliani
Esteri / Il G7 annuncia un prestito da 50 miliardi di dollari all’Ucraina ma l’Europa (e l’Italia) rischia di restare con il cerino in mano
Esteri / Il piano di pace di Putin: "Kiev si ritiri da 4 regioni e rinunci ad aderire alla Nato". Secco no da Usa e Stoltenberg