Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:56
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La Russia ha bloccato l’accesso a LinkedIn

Immagine di copertina

Il social network dedicato al mondo del lavoro non si è conformato a una legge che richiede l'archiviazione dei dati personali dei cittadini russi su server locali

Il garante russo per le comunicazioni ha ordinato il blocco dell’accesso a LinkedIn, il social network dedicato al mondo del lavoro, dopo che un tribunale ha condannato il sito per violazione della legge sull’archiviazione dei dati personali degli utenti.

Si tratta della prima volta che le autorità russe decidono il blocco di uno dei principali social network internazionali. LinkedIn ha 6 milioni di utenti registrati in Russia.

Il Cremlino ha confermato la decisione del garante e ha reso noto che il presidente Vladimir Putin non interverrà nel caso. Inoltre, il portavoce Dmitry Peskov ha liquidato le preoccupazioni circa l’avvio di forme di censura online.

Tuttavia, alcuni temono che il blocco di LinkedIn sia solo il primo di una serie di attacchi contro i social network e che in futuro il controllo su internet da parte delle autorità venga rafforzato.

Secondo la normativa russa, i siti che archiviano i dati personali dei cittadini russi devono farlo su server locali. Si tratta di una legge approvata da Putin nel 2014 ed entrata in vigore a settembre del 2015.

Secondo quanto rilevato dal garante, LinkedIn non si era conformato. Nel corso delle prossime settimane, i rappresentanti della società statunitense e le autorità russe si incontreranno per cercare di trovare una soluzione alla questione.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Ti potrebbe interessare
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo
Esteri / In fuga da Putin, le autorità della Finlandia: “Oltre 7mila russi entrati lunedì dalla frontiera”
Esteri / Medvedev: “La Russia ha il diritto di usare le armi nucleari se necessario, la Nato non interferirà”
Esteri / DART: la missione spaziale per deviare gli asteroidi che minacciano la Terra
Esteri / Cuba approva con un referendum il codice delle famiglie: le coppie omosessuali potranno sposarsi e adottare
Esteri / Russia, neonazista apre il fuoco in una scuola: almeno 13 morti, tra cui 7 bambini
Esteri / Trionfo Meloni, esultano Orban e Le Pen: “Vittoria meritata”. Premier Borne: “Vigileremo sul rispetto dei diritti umani”
Esteri / Iran: uccisa con 6 proiettili la 20enne Hadis Najafi mentre manifestava per Mahsa Amini