Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:21
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La risposta di Noel Gallagher alle critiche di Liam per non aver suonato a Manchester

Immagine di copertina

L'ex chitarrista degli Oasis non era presente al concerto per le vittime dell'attentato del 22 maggio. Suo fratello lo aveva insultato su Twitter

Avevano fatto scalpore lunedì 5 giugno le parole di Liam Gallagher, ex cantante degli Oasis, che su Twitter aveva insultato suo fratello Noel – anch’egli ex membro della band britannica – per non aver partecipato al concerto di sostegno alla città di Manchester dopo l’attentato del 22 maggio.

La cantante Ariana Grande aveva organizzato un grande concerto di beneficenza il 4 giugno allo stadio Old Trafford di Manchester, Regno Unito, in ricordo delle vittime dell’attentato che aveva provocato 22 vittime e oltre 100 feriti al termine dell’esibizione della stessa cantante statunitense in città.

Il ricavato del concerto, intitolato One Love Manchester, sarà devoluto al We Love Manchester Emergency Fund, che andrà alle famiglie delle vittime, e alla serata hanno partecipato molte altre star, da Robbie Williams ai Coldplay, oltre appunto al mancuniano Liam Gallagher.

Noel Gallagher non era presente al concerto, nonostante le voci di un possibile ricongiungimento con il fratello per l’occasione, e il giorno dopo Liam, noto per non essersi mai frenato nei suoi giudizi abrasivi, ha usato Twitter per lamentarsi dell’assenza di suo fratello in un momento così importante per la città.

Liam aveva detto di “volersi scusare” per l’assenza del fratello, dicendosi molto deluso, ed era poi passato agli insulti, scrivendo: “Noel è fuori dal cazzo di paese. Non eravamo tutti un amore? Sali su un cazzo di aereo e suona le tue canzoni per i ragazzi, cazzone triste”.

Il 6 giugno, però, Noel ha indirettamente risposto al fratello condividendo dal suo profilo ufficiale una notizia secondo cui da alcuni giorni i proventi dei diritti legati a Don’t Look Back in Anger, la canzone degli Oasis datata 1995 diventata un simbolo della città dopo l’attentato, stanno andando in beneficenza alle famiglie colpite.

Anche se Noel Gallagher si trovava in vacanza in Italia durante il concerto, sembra che, se il retweet voleva essere una maniera sottile di rispondere alle accuse, abbia in ogni caso fatto la sua parte per mostrare solidarietà ai suoi concittadini.

La canzone, pur essendo da vent’anni un inno britannico e in particolare della città d’origine dei Gallagher, aveva assunto un significato particolare quando durante una veglia collettiva per le vittime, la folla aveva iniziato spontaneamente a cantarla:

Questo il video dell’esibizione dei Coldplay con Ariana Grande al concerto per Manchster:

Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina. Nato: Stoltenberg, avviata ratifica adesione Svezia-Finlandia
Esteri / Usa, sparatoria alla parata del 4 luglio nell’area di Chicago: “almeno 5 morti e 16 feriti”
Esteri / Ricky Martin accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex
Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina. Nato: Stoltenberg, avviata ratifica adesione Svezia-Finlandia
Esteri / Usa, sparatoria alla parata del 4 luglio nell’area di Chicago: “almeno 5 morti e 16 feriti”
Esteri / Ricky Martin accusato di violenza domestica nei confronti dell’ex
Esteri / Usa, 25enne afroamericano ucciso con 60 colpi di pistola dalla polizia durante in inseguimento: il video
Esteri / Anticipazione TPI – Il razzismo verso afroamericani e minoranze negli Usa raccontato da “Il fattore umano”
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: "Occidente non permette la pace”. Kiev: “Negoziati solo dopo cessate il fuoco”
Esteri / Usa, in Texas torna in vigore una legge del 1925 che vieta l’aborto e lo punisce col carcere
Esteri / Corte Suprema anti-aborto: così da 250 anni i giudici sono al servizio della destra
Esteri / Messico, albergatore italiano ucciso a colpi di pistola: stava andando a prendere le figlie a scuole
Esteri / Guerra in Ucraina, ultime notizie. Potenti esplosioni avvertite a Mykolaiv, nuovi aiuti dagli Usa. Cingolani: “Se Mosca chiudesse il gas, l’inverno potrebbe essere difficile”