Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:46
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Rilasciati prigionieri palestinesi

Immagine di copertina

Il rilascio di alcuni detenuti palestinesi dalle carceri israeliane potrebbe aiutare il processo di pace

Nella notte tra il 30 e il 31 dicembre, 26 prigionieri palestinesi sono stati rilasciati dalle autorità israeliane come previsto da un accordo patrocinato dagli Stati Uniti per la ripresa dei colloqui di pace tra Israele e Palestina.

I prigionieri, accusati di omicidio e tentato omicidio prima dell’accordo di Oslo nel 1993, costituiscono la terza tranche del totale di104 detenuti che dovranno essere liberati in base all’accordo.

Otto di loro sono stati liberati in tarda notte arrivando fino a Gaza e Gerusalemme est, mentre gli altri 18 prigionieri si sono diretti verso Ramallah, in Cisgiordania.

Un volta arrivati, sono stati accolti da una folla esultante. Il presidente palestinese Mahmoud Abbas li ha salutati nel suo quartier generale a Ramallah, affermando che: “ Noi non firmeremo un accordo finale di pace con Israele fino a quando tutti i prigionieri non saranno stati rilasciati”.

Ma le famiglie delle vittime israeliane uccise dai detenuti messi in libertà non ci stanno. Hanno organizzato delle manifestazioni di protesta e hanno fatto ricorso alla Corte Suprema per bloccare i rilasci.

Meir Indor, dell’associazione vittime israeliane “Almagor” ha detto al Jerusalem Post: “Questi uomini sono delle bombe a orologeria. Ovunque vanno uccidono, perché è questo lo scopo della loro vita”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid
Esteri / Regno Unito, Johnson annuncia la fine delle restrizioni: ma la pandemia corre ancora
Esteri / Eruzione Tonga, Nasa: “500 volte più potente della bomba atomica su Hiroshima”
Esteri / Tonga: arrivano i primi aiuti dopo l’eruzione, ma le autorità temono che i soccorritori possano portare uno “tsunami di Covid”
Esteri / Nizza, spari in centro durante un blitz della polizia: un morto
Esteri / Gerusalemme, primo sfratto da cinque anni a Sheikh Jarrah: Israele demolisce la casa di una famiglia palestinese
Esteri / Ucraina, Blinken invita Putin a scegliere una via pacifica