Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:21
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Rihanna è stata premiata ad Harvard per il suo impegno umanitario

Immagine di copertina

Rihanna ha ricevuto dalla prestigiosa università di Harvard il premio come Humanitarian of the Year per i suoi sforzi nel campo delle opere umanitarie

Nella sera di martedì 28 febbraio la popstar Rihanna ha ricevuto dalla prestigiosa università di Harvard il premio come Humanitarian of the Year, destinato alla personalità che più si è distinta nell’anno precedente per i suoi sforzi nel campo delle opere umanitarie.

Già a 18 anni Rihanna, cresciuta nei Caraibi, ha fondato la BELIEVE Foundation, un ente di beneficenza per aiutare i bambini gravemente malati, e sei anni più tardi, nel 2012, ha fondato la Fondazione Clara Lionel.

Rihanna – il cui nome completo è Robyn Rihanna Fenty – ha ritirato il premio tra le grida d’acclamazione e gli applausi degli studenti presenti, che avevano aspettato ore per partecipare alla premiazione.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.

Quando è salita sul palco, la cantante ha esordito dicendo con tono soddisfatto: “E così sono entrata ad Harvard! Non avrei mai pensato di poterlo dire in vita mia, ma è una piacevole sensazione”.

Rihanna ha poi spiegato che il suo desiderio di aiutare gli altri è iniziato quando da giovane alle Barbados, guardando spot televisivi sulle sofferenze dei bambini africani, si era detta che se fosse diventata ricca avrebbe fatto tutto il possibile per salvarli.

Nel decennio successivo ha fatto da ambasciatrice per l’Unicef ​​Tap Project, che raccoglie fondi per l’acqua potabile, e per il Global Partnership for Education and Global Citizen Project, che aiuta i bambini, in particolare le bambine, ad accedere all’istruzione in oltre 60 paesi in via di sviluppo.

Nel 2016, l’interprete di Umbrella ha anche lanciato un programma di borse di studio globale attraverso la sua fondazione per aiutare ad andare all’università i ragazzi di Barbados, Brasile, Cuba, Haiti, Guyana, Giamaica e Stati Uniti.

Questo il video integrale della premiazione:

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Ti potrebbe interessare
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Esteri / Leverkusen, esplosione in un impianto chimico: almeno un morto. Le autorità: "Non uscite e tenete porte e finestre chiuse"
Ambiente / Il ceo di Philip Morris: “Favorevole al divieto totale di fumo entro il 2030”
Esteri / Costretti a vivere tra le macerie: le vite spezzate dei bambini a Raqqa
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo