Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

“L’Ue protegga le frontiere”: dopo la Slovenia, anche Austria e Ungheria chiudono le porte ai rifugiati afghani

Immagine di copertina
Credits: ANSA

Dopo la Slovenia, anche Austria e Ungheria chiudono le porte ai rifugiati afghani

“Gli eventi in Afghanistan sono drammatici, ma non dobbiamo ripetere gli errori del 2015. La gente che esce dal Paese deve essere aiutata dagli Stati vicini. L’Ue deve proteggere le frontiere esterne e combattere la migrazione illegale ed i trafficanti di esseri umani”. Sull’accoglienza dei profughi afghani anche il cancelliere austriaco Sebastian Kurz sposa la linea del premier sloveno Janez Jansa, al quale spetta la presidenza semestrale dell’Unione Europea, che due giorni fa si è dichiarato contrario ai corridoi umanitari dall’Afghanistan all’Europa perché “non è compito della Ue o della Slovenia aiutare e pagare per tutti coloro che fuggono nel mondo”.

Al coro di voci si è unito il primo ministro Viktor Orban, il quale ha promesso ai cittadini di “proteggere l’Ungheria dalla crisi dei migranti” parlando in un’intervista ad una radio, pubblicata sulla sua pagina Facebook. Secondo Orban occorre evitare che i profughi lascino la regione: è importante piuttosto sostenere Turchia – che avrà un ruolo “fondamentale” – ed i Paesi dei Balcani per evitare l’ingresso dei migranti nell’Unione europea. E proprio lungo i confini più caldi, in vista dell’afflusso di migliaia di civili afghani in arrivo, i singoli Stati sono corsi ai ripari: se la Grecia ha già completato la costruzione di un muro lungo 40 chilometri lungo la frontiera con la Turchia, la Polonia starebbe già bloccando gli arrivi.

Ewa Letowska, attivista e giurista di fama internazionale, ha denunciato la Guardia di frontiera che sta tenendo fermo al confine in condizioni disumane da oltre una settimana un gruppo di circa venti cittadini Afghanistan arrivati dalla Bielorussia. Secondo il quotidiano Gazeta Wyborcza i profughi sono stati circondati da un muro di filo spinato e nemmeno la vice presidente del Senato Gabriela Morawska Stanecka è riuscita ad attraversare il cordone dei militari per portare medicine e cibo.

“La Ue deve lavorare sull’accoglienza e sulle quote di immigrazione legale di rifugiati afghani e deve farlo anche togliendosi l’alibi della unanimità nelle decisioni” ha detto il commissario Ue Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini di Cl. “Rispetto l’unanimità, ma so che non ci sarà mai e ci sarà sempre qualcuno contrario a politiche di  accoglienza e a quote di immigrati legali. Niente alibi se si vuole dare una mano sui rifugiati e sull’accoglienza. Si può fare anche a maggioranza. Orban ed altri non saranno d’accordo ma fa parte delle nostre regole”, ha aggiunto. Ma considerando che anche il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato la necessità di “proteggersi dai grandi flussi di migranti irregolari”, i pochi appelli dei funzionari schierati dalla parte dell’accoglienza, alla vigilia del G7 di oggi, non fanno ben sperare.

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Libano, media: "Raid dell'Idf vicino Tiro, 1 morto". Iran, il ministro degli Esteri: "Sanzioni Ue deplorevoli. L'attacco a Israele è legittima difesa". Egitto nega traffici di armi al confine con la Striscia di Gaza
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Ti potrebbe interessare
Esteri / Libano, media: "Raid dell'Idf vicino Tiro, 1 morto". Iran, il ministro degli Esteri: "Sanzioni Ue deplorevoli. L'attacco a Israele è legittima difesa". Egitto nega traffici di armi al confine con la Striscia di Gaza
Esteri / Gaza, caso Hind Rajab: “Uccisi anche i due paramedici inviati a salvarla”
Esteri / Suoni di donne e bambini che piangono e chiedono aiuto: ecco la nuova “tattica” di Israele per far uscire i palestinesi allo scoperto e colpirli con i droni
Esteri / Francia, colpi d'arma da fuoco contro il vincitore di "The Voice 2014": è ferito
Esteri / Gaza, al-Jazeera: "Recuperati 73 corpi da altre tre fosse comuni a Khan Younis". Oic denuncia "crimini contro l'umanità". Borrell: "Israele non attacchi Rafah: provocherebbe 1 milione di morti". Macron chiede a Netanyahu "un cessate il fuoco immediato e duraturo". Erdogan: "Evitare escalation". Usa: "Nessuna sanzione per unità Idf, solo divieto di ricevere aiuti"
Esteri / Raid di Israele su Rafah: ventidue morti tra i quali nove bambini
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Esteri / Germania, arrestate due spie russe che preparavano sabotaggi