Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Russia, il marito di una delle Pussy Riot ricoverato in gravi condizioni: “È stato avvelenato”

Immagine di copertina

La moglie Veronika Nikulchina ha spiegato che il marito si è sentito male e teme che sia stato avvelenato. Il gruppo è famoso per le sue proteste contro il governo di Putin

Il 13 settembre 2018 è stato ricoverato in gravi condizioni uno degli attivisti del gruppo Pussy Riot, che aveva invaso il campo di calcio in occasione della finale dei Mondiali tenutesi a Mosca.

Piotr Verzilov aveva compiuto questo gesto in segno di protesta contro il presidente Vladimir Putin.

A rendere nota la notizia del ricovero dell’uomo è stata la moglie Veronika Nikulchina, che ha riferito che Piotr Verzilov potrebbe essere stato avvelenato.

“Si è sentito male, poi ha cominciato a perdere la vista e alla fine non mi riconosceva più”, ha raccontato Nikulchina in un’intervista rilasciata alla radio Echo Moskvy.

“Non escludo la possibilità che ci sia stato un intervento esterno”, ha aggiunto, precisando che il marito non aveva avuto problemi di salute simili che possano giustificare il ricovero d’urgenza.

“Il nostro amico, fratello e compagno Piotr Verzilov è in terapia intensiva, la sua vita è in pericolo, crediamo che sia stato avvelenato”, si legge sulla pagina Facebook di Pussy Riot.

L’attivista, che era stato condannato a 15 giorni di carcere per l’invasione di campo, si trova nel reparto di rianimazione tossicologica di un ospedale nel nord-est di Mosca.

“I medici dicono che le sue condizioni sono gravi, ma al momento non forniscono alcuna informazione”, ha aggiunto la compagna.

Chi è Piotr Verzilov

Piotr Verzilov, marito e attivista di un’esponente delle Pussy Riot, il gruppo musicale anti-Putin, è uno degli attivisti che si è espresso più volte contro il governo.

Verzilov è considerato il portavoce del gruppo musicale da quando le Pussy Riot finirono in carcere nel 2012.

È sposato con Nadezhda Tolokonnikova, componente del gruppo anti-Putin e sua compagna di università. Entrambi hanno fatto parte del gruppo artistico Voina, famoso per le performance considerate oltraggiose.

Piotr Verzilov ha preso parte alle proteste di Euromaiden a Kiev nel dicembre 2013, ma è diventato famoso per la sua invasione di campo in occasione dei Mondiali di calcio del 2018 a Mosca.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Esteri / Parigi, paura all’aeroporto Charles De Gaulle: uomo armato di coltello ucciso dalla polizia
Esteri / Ucraina, bombardamenti russi a Nikopol: 11 morti e 13 feriti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, Biden fatica a indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali
Esteri / Parigi, paura all’aeroporto Charles De Gaulle: uomo armato di coltello ucciso dalla polizia
Esteri / Ucraina, bombardamenti russi a Nikopol: 11 morti e 13 feriti
Esteri / Scoperto un nuovo virus di origine animale in Cina: 35 persone contagiate dal Langya
Esteri / Taiwan: “Cina prepara invasione dell’isola. Le manovre militari proseguono”
Esteri / Trump, l’Fbi ha perquisito la casa dell’ex presidente in Florida. Portate via scatole di documenti
Esteri / È morta Olivia Newton-John: la star di “Grease” aveva 73 anni
Esteri / Congo, i Caschi Blu sparano e uccidono civili: il fallimento dell’Onu di cui nessuno parla
Esteri / Taiwan prepara due esercitazioni di artiglieria. Si riducono operazioni della Cina, riprendono voli
Esteri / Zaporizhzhia, 40 razzi vicino alla centrale nucleare più grande d’Europa. Aiea: “Rischio di disastro”