Regno Unito, l’ultimo messaggio di una delle vittime del tir dell’orrore: “Sto morendo. Non riesco a respirare. Mi dispiace, mamma”

Di Marco Nepi
Pubblicato il 25 Ott. 2019 alle 19:08 Aggiornato il 25 Ott. 2019 alle 20:37
1.3k
Immagine di copertina

Regno Unito, l’ultimo messaggio di una delle vittime del tir dell’orrore

Una delle vittime del tir dell’orrore ritrovato il 23 ottobre in una zona industriale nell’Essex, nel sudest del Regno Unito con 39 cadaveri a bordo, prima di morire ha inviato un messaggio di addio alla famiglia: “Sono veramente molto, molto dispiaciuta, mamma e papà, il mio viaggio verso una terra straniera è fallito. Sto morendo. Non riesco a respirare. Vi amo tanto. Mi dispiace, mamma”: questo il messaggio che i genitori si sono visti recapitare intorno alle 22,30 di martedì 22 ottobre.

La ragazza si chiamava Pam Thi Tra My, era di origini vietnamite e aveva 26 anni. Dopo il ritrovamento del tir la polizia ha arrestato due persone oltre all’autista, tutti e tre sospettati di traffico di migranti. Il fratello di Pam ha raccontato alla Bbc che la ragazza aveva pagato 30mila sterline ai trafficanti per riuscire ad arrivare nel Regno Unito.

In base alla ricostruzione dei familiari la ragazza era partita dal Vietnam il 3 ottobre. Aveva già tentato di attraversare la Manica e raggiungere il Regno Unito il 19 ottobre ma era stata respinta al porto da cui voleva partire. Ad ogni nuova tappa del viaggio chiamava i genitori per rassicurarli ma nell’ultimo sms trapela solo la disperazione.

Secondo la Bbc oltre alla ragazza c’erano almeno altri due migranti che provenivano dal Vietnam, il resto erano di origini cinesi.

Regno Unito, trovati 39 corpi ammassati in un container: arrestato un 25enne nordirlandese

1.3k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.