Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:38
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il Regno Unito sospende l’export di armi alla Turchia solo per le nuove forniture

Immagine di copertina

Il ministro degli Esteri Raab ha affermato che "saranno bloccate le forniture di "equipaggiamenti che possano essere usate in operazioni militari in Siria".

Il Regno Unito sospende le nuove forniture di armi alla Turchia

Il Regno Unito annuncia la sospensione di nuove forniture di armi alla Turchia, ma mantiene una posizione di cautela sull’export ancora in corso e sul materiale bellico ancora da consegnare. Il ministro degli Esteri, Dominic Raab, ha dichiarato che saranno bloccate le forniture di “equipaggiamenti che possano essere usate in operazioni militari in Siria”.

Per quello che riguarda le forniture in essere il ministro promette invece soltanto”una continua revisione” delle esportazioni di armi.

Raab condanna quella turca come “un’azione sconsiderata e controproducente, che dà forza alla Russia e al regime di Assad”, dicendo di non aspettarsela “da un alleato”.

Invasione Siria, la lista completa dei paesi che hanno vietato la vendita di armi alla Turchia

Cresce la lista dei paesi che vogliono fermare la vendita di armamenti al governo di Ankara: il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha annunciato questa mattina alla Camera che a breve arriverà un decreto della Farnesina per fermare i nuovi contratti e ha dichiarato che il governo sta valutando di interrompere anche le forniture già in essere.

Trump ha firmato il decreto sanzioni alla Turchia e ieri 14 ottobre anche il Consiglio Ue ha espresso all’unanimità una condanna dell’attacco turco in Siria, pur lasciando ai singoli parlamenti nazionali la possibilità di decidere sullo stop alla vendita di materiale bellico.

Gli altri Paesi che hanno bloccato la vendita sono Francia, Germania, Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia.

Ti potrebbe interessare
Esteri / L’imprenditore Usa che vuole tornare 18enne (con 2 milioni l’anno): in due anni l’età è “scesa” di 5
Esteri / Capsula radioattiva smarrita in Australia, tecnici della Rio Tinto e autorità locali alla ricerca: “È molto pericolosa”
Esteri / “Per colpire il Regno Unito con un missile ci vuole un minuto”: la minaccia di Putin a Boris Johnson
Ti potrebbe interessare
Esteri / L’imprenditore Usa che vuole tornare 18enne (con 2 milioni l’anno): in due anni l’età è “scesa” di 5
Esteri / Capsula radioattiva smarrita in Australia, tecnici della Rio Tinto e autorità locali alla ricerca: “È molto pericolosa”
Esteri / “Per colpire il Regno Unito con un missile ci vuole un minuto”: la minaccia di Putin a Boris Johnson
Esteri / Messico, influencer napoletano scambiato per un narcos: "Rinchiuso in una stanza buia"
Esteri / Ucraina, nuove sanzioni contro Russia e Bielorussia: “Useremo le loro proprietà per la nostra difesa”
Esteri / Messico, sub decapitato da uno squalo bianco lungo quasi sei metri
Esteri / Muore in casa ma nessuno si accorge di lei per tre anni
Esteri / Iran, attacco con droni nella notte a Isfahan: i sospetti di Teheran su Israele
Esteri / Ucraina, Zelensky: “Servono missili a lungo raggio per fermare il terrore russo”
Esteri / Il flop degli Accordi di Abramo: affari d’oro sulla pelle dei palestinesi e niente pace