Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:22
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Gran Bretagna, avvistate sei testate nucleari in movimento verso un deposito

Immagine di copertina

Regno Unito: avvistato un convoglio militare con sei testate nucleari

Venerdì 18 marzo è stato avvistato un convoglio militare a qualche chilometro dal centro di Glasgow spostarsi in direzione di un deposito della Royal Navy situato a Loch Long, nel sud della Scozia. Stando a quanto riporta il sito britannico Nukewatch, un’organizzazione che monitora e traccia in tempo reale il movimento delle testate nucleari, il tempismo di questo spostamento – di cui non si aveva traccia da oltre sei mesi a Glasgow – è “molto allarmante”. È probabile tuttavia, spiega l’attivista di Nukewatch Jane Tallentsted, che il motivo reale di tale spostamento sia da attribuirsi a un’operazione di “routine” piuttosto che a un tentativo di armare gli ordigni in previsione di un attacco della Russia. La “routine” infatti, prevede che le testate vengano sottoposte periodicamente a lavori di manutenzione e riparazione. Il convoglio, partito dalla base di Awe Burghfield dove le testate sono sia prodotte che sottoposte a opere di manutenzione, avrebbe dunque viaggiato per oltre 600 km all’interno del Regno Unito per raggiungere il deposito della Royal Naval Armaments, dove si trova la struttura di stoccaggio e carico delle testate nucleari del programma “Trident” del Regno Unito, per essere poi imbarcate sui sottomarini nucleari della Royal Navy. Il convoglio con le testate nucleari, ci tiene a sottolineare Tallentsted, non dovrebbe preoccuparci di più rispetto all’idea di essere essere sempre “24 ore su 24, 7 giorni su 7, armati e pronti a iniziare una guerra nucleare” – una realtà di cui spesso ci dimentichiamo. È di cinque giorni fa invece l’annuncio del ministero della Difesa britannico di una nuova posizione lavorativa “da 40mila sterline l’anno” presso l’Organizzazione per la Difesa Nucleare. In un clima geopolitico “davvero eccitante”, secondo quanto riporta l’annuncio del governo britannico, l’organizzazione sarebbe alla ricerca di una figura idonea per “monitorare tutti gli aspetti legati al business del nucleare, inclusi i sottomarini, le testate nucleari e la ‘politica nucleare quotidiana.’

Ti potrebbe interessare
Esteri / Al Congresso Usa si è tenuta la prima audizione sugli Ufo
Esteri / Aereo caduto in Cina, le scatole nere: "È stato fatto precipitare volontariamente"
Esteri / Guerra in Ucraina, Finlandia e Svezia consegnano la domanda di adesione alla Nato. Stoltenberg: "Passo storico"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Al Congresso Usa si è tenuta la prima audizione sugli Ufo
Esteri / Aereo caduto in Cina, le scatole nere: "È stato fatto precipitare volontariamente"
Esteri / Guerra in Ucraina, Finlandia e Svezia consegnano la domanda di adesione alla Nato. Stoltenberg: "Passo storico"
Esteri / L’”orbanizzazione” degli Stati Uniti: perché la destra americana guarda sempre più al leader ungherese
Esteri / Goldman Sachs offre ferie illimitate ai dipendenti senior per “riposarsi e ricaricarsi”
Esteri / I soldati ucraini lasciano l’acciaieria di Azovstal dopo settimane di assedio | VIDEO
Esteri / Amber Heard: “Johnny Depp mi ha quasi ucciso sull’Orient Express”
Esteri / Gran Bretagna, visto speciale agli studenti laureati in Università meritevoli: atenei italiani esclusi dalla lista
Esteri / Il filosofo Galimberti: "Non bisogna umiliare Putin? Non si tratta con i dittatori"
Esteri / Musk: "Compro Twitter solo se dimostrano che i profili fake sono meno del 5%"