Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 16:48
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il re del Marocco ha nominato un nuovo primo ministro

Immagine di copertina

Saad Eddine El Othmani avrà il compito di formare il governo. Mercoledì 15 marzo re Mohammed VI aveva tolto l'incarico a Benkirane

Il re del Marocco Mohammed VI ha nominato Saad Eddine El Othmani primo ministro del paese e gli ha conferito l’incarico di formare un governo. A renderlo noto è l’agenzia di stampa Map venerdì 17 marzo.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Othmani fa parte del partito islamista per la Giustizia e la Democrazia (Pjd), lo stesso di Abdelilah Benkirane, rimosso dal suo incarico proprio dal re nella giornata di mercoledì 15 marzo. 

A cinque mesi di distanza dalle elezioni dell’ottobre 2016 la situazione di stallo politico non si è ancora sbloccata e per questo motivo re Mohammed VI ha deciso di cambiare il primo ministro e affidare l’incarico a Othmani, ex ministro degli Esteri dal 2011 al 2013.

Il Pjd aveva aumentato i suoi consensi nelle elezioni dell’ottobre 2016, confermandosi il partito più votato nel paese. 

La legge elettorale marocchina non consente di governare il Parlamento composto da 395 seggi senza una coalizione. Al momento, però, gli accordi con il partito conservatore e quello del centrodestra sono in una fase di stallo. Così si è arrivati al cambio di guardia per provare a formare il governo.

Benkirane era stato accusato dai partiti che dovrebbero far parte della coalizione di essere troppo vicino al palazzo reale. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Ti potrebbe interessare
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo
Esteri / “Una storia horror? Vacanza-studio in Italia”, il tweet di Amanda Knox scatena le polemiche
Esteri / Il Papa: “Ogni giorno 7mila bambini muoiono di fame, è uno scandalo”
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”
Esteri / India, 4.300 morti in due mesi per i contagi da fungo nero: “Un’epidemia nella pandemia”