Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:37
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

L’insofferenza degli oligarchi russi spaventati dalle sanzioni: così Putin è sempre più isolato

Immagine di copertina

Putin e l’insofferenza degli oligarchi russi spaventati dalle sanzioni

Putin è noto per aver sempre sacrificato i mercati agli interessi strategici del suo potere, da quando nel 2003 mandò a picco la borsa arrestando l’uomo più ricco del Paese, il petroliere Mikhail Khodorkovsky. Successivamente nel 2014, con l’annessione della Crimea, il rublo diventò una delle monete più fragili al mondo, mentre dall’inizio dell’invasione in Ucraina, l’indice della borsa di Mosca ha perso il 33%. 

Prima ancora che arrivassero le sanzioni europee i 22 uomini più ricchi della Russia hanno perso in un solo giorno 39 miliardi di dollari e il clima che si respira tra gli oligarchi-cortigiani del Cremlino in queste ore non è certo dei più distesi. Come racconta la giornalista e massima esperta in Italia di Russia e Putin Anna Zafesova su “La Stampa”, l’attuale presidente russo ha saputo creare intorno a sé un sistema di potere nato per garantire fedeltà e controllo totale. Con la rinazionalizzazione iniziata con l’arresto e l’espropriazione di Khodorkovsky la quota del PIL statale è raddoppiata fino al 70% facendo sì che fosse il potere a far fruttare il denaro e il Cremlino a distribuire le cariche e far arricchire magnati come Igor Sechin, Alexey Miller e Sergey Chemezov o i fratelli Rotenberg – ex amici di palestra del giovane Putin –  grazie ai maxi appalti di Stato, dalle olimpiadi ai gasdotti.

Nessuno di loro sembra avere – per ora – la forza di ribellarsi, ma secondo quanto riporta la stessa Zafesova, sebbene le voci che girano in questo momento siano impossibili da verificare, Putin avrebbe tenuto nelle ultime ore un incontro supersegreto con i big dell’economia nel cuore degli Urali per impedire loro di fuggire a bordo dei loro jet privati. Certo è che abituati a tenere i soldi in Svizzera e alle Cayman, le mogli a Londra e le amanti in Costa Azzurra, i figli nelle scuole private di Londra e gli yacht in Sardegna, è difficile immaginare che con il peggioramento della situazione economica e il progressivo isolamento per Putin, la sua cerchia di fedelissimi sia disposta a morire per lui dentro a un bunker.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Ti potrebbe interessare
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Esteri / La disperata fuga in auto sulle strade del Donbass tra le bombe dei russi
Esteri / Guerra in Ucraina, Lavrov, il piano di pace italiano "non è serio". L'Italia revoca 4 onorificenze ai russi "per indegnità"
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”
Esteri / Elon Musk sulla crisi demografica in Italia: “Se continua così non ci saranno più italiani”
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Esteri / Strage in Texas, la rabbia del coach Nba Steve Kerr che irrompe in conferenza stampa: “Non parlerò di basket”